Manila, 23 aprile 2019 - Un nuovo fortissimo terremoto, di magnitudo 6.4 Richter secondo l'osservatorio americano USGS, ha colpito al centro delle Filippine dopo quello di ieri che ha colpito il nord del Paese. L'epicentro è stato rilevato vicino a Tutubigan, centinaia di chilometri a sud rispetto a quello di ieri. In un primo tempo la stima provvisoria della magnitudo del sisma di oggi era stata di 6.6. 

LE VITTIME A NORD - Intanto è salito a 11 il numero dei morti del sisma di ieri. Nella notte, infatti, i soccorritori hanno trovato altri corpi tra le macerie del centro commerciale Chuzon, a Porac, e delle case di un villaggio nella provincia di Pampanga. Un uomo è stato invece estratto vivo in mattinata. Ed Posadas, portavoce dell'agenzia per i disastri nazionali, ha fatto sapere che 24 persone risultano ancora disperse.

image

Il terremoto, che ha provocato ingenti danni all'aeroporto internazionale di Clark, l'aeroporto secondario della capitale su una ex base militare statunitense, ha fatto tremare anche gli edifici di Manila scatenando il panico. 

L'epicentro della scossa più forte è stato a Castillejos, nella provincia dello Zambales, a circa 100 chilometri a nord-ovest di Manila. E' nella provincia limitrofa di Pampanga che sono stati registrati i danni più importanti. Proprio qui è attesa per oggi la visita del presidente Rodrigo Duterte.