New York, 22 settembre 2021 - I talebani hanno chiesto di parlare all'Assemblea generale dell'Onu in corso a New York. A riferirlo è la Reuters sul proprio sito. Il ministro degli Esteri talebano, Amir Khan Muttaqi, ha presentato ieri la richiesta in una lettera al segretario generale Antonio Guterres. Muttaqi ha chiesto di parlare durante la riunione annuale ai leader mondiali.

I talebani hanno anche nominato come ambasciatore delle Nazioni Unite dell'Afghanistan il loro portavoce con sede a Doha, Suhail Shaheen, aprendo un contenzioso con l'attuale ambasciatore: Ghulam Isaczai, nominato dal deposto governo.

Isaczai, infatti, ha continuato a rappresentare il suo Paese anche dopo la presa di potere degli studenti coranici. Le credenziali all'Onu però sono valutate da una commissione ad hoc di nove membri (tra cui Russia, Cina e Usa) nominata all'inizio di ogni sessione dell'Assemblea Generale e che generalmente non si riunisce fino a ottobre o novembre. Secondo le regole, quindi, fino a quando non verrà presa una decisione, Isaczai dovrebbe rimanere al suo posto. Da programma dei lavori, l'Afghanistan dovrebbe parlare a livello di ambasciatore lunedì 27 settembre.