Venerdì 19 Luglio 2024

Taiwan sotto assedio: 38 velivoli cinesi sorvolano l’isola. C’è anche il micidiale drone TB-001, lo “scorpione a due code”

Il ministero della Difesa segnala poi sei navi militari e annuncia una reazione. Pechino: aereo della Settima Flotta Usa nello Stretto

Pechino, 28 aprile 2023 – Tra Taiwan e Cina tensione al massimo.

TB-001, drone da combattimento cinese a lungo raggio, in grado di trasportare un carico di armi di grandi dimensioni, ha sorvolato per la prima volta in senso antiorario l’intero perimetro dell’isola. Lo ha dichiarato il ministero della Difesa, che ha individuato nelle ultime 24 ore 6 navi e 38 velivoli cinesi in tutto – tra cui il micidiale drone soprannominato “scorpione a due code”.

Approfondisci:

Taiwan, esercitazioni per difendersi dall’invasione cinese. Giochi di guerra contro l'esercito di Xi

Taiwan, esercitazioni per difendersi dall’invasione cinese. Giochi di guerra contro l'esercito di Xi

Il micidiale drone cinese Tb-001
Il micidiale drone cinese Tb-001

Intanto la Cina fa sapere di aver “monitorato” il passaggio di un aereo militare Usa nella zona dello Stretto di Taiwan, in un contesto di tensioni con gli Stati Uniti, principali sostenitori dell’isola che di fatto è indipendente, ma che per Pechino è “parte inalienabile” del territorio cinese, quindi da “riunificare”.

Il tweet del ministero della Difesa

Il drone TB-001, “scorpione a due facce”

Il drone Tb-001 ha attraversato la linea mediana, confine non ufficiale che divide lo Stretto di Taiwan, e poi è volato sulla costa orientale prima di tornare verso la costa cinese. Secondo i media locali, è la prima volta che il ministero della Difesa di Taiwan segnala un aereo militare cinese che gira intorno all’isola da un’estremità all’altra della linea mediana.

Il TB-001 è uno dei droni più grandi dell’arsenale militare cinese e vanta un raggio di volo di 6.000 chilometri (3.700 miglia). La Cina lo aveva già utilizzato durante le esercitazioni militari che si sono concluse il 10 aprile e che prevedevano la simulazione di attacchi mirati e di un blocco di Taiwan; si trattava della risposta cinese alla visita della presidente di Taiwan Tsai Ing-wen negli Stati Uniti, dove ha incontrato il presidente della Camera Kevin McCarthy.

Il superamento della linea rossa

Il ministero ha aggiunto che 19 velivoli hanno “attraversato la linea mediana dello Stretto di Taiwan o sono entrati nella zona di identificazione della difesa aerea di Taiwan a sud-ovest, sud-est e nord-est”, il numero più alto di incursioni da quando la Cina ha concluso tre giorni di esercitazioni all’inizio del mese.

La risposta di Taiwan

Nei giorni scorsi, l’esercito di Taiwan ha dichiarato che si eserciterà a intercettare le navi da guerra e a combattere un blocco cinese dell’isola durante le esercitazioni di guerra annuali di luglio. 

La Settima Flotta Usa

Secondo un portavoce del Comando del Teatro orientale dell’Esercito Popolare di Liberazione cinese, “un velivolo da pattugliamento marittimo e guerra antisommergibile P-8A Poseidon della Settima Flotta Usa ha sorvolato lo Stretto di Taiwan”. L’Esercito cinese, ha riferito il colonnello Shi Yi come si legge sul China Daily, ha inviato “caccia che hanno monitorato” il velivolo americano.

Pechino accusa i militari americani di aver “usato spesso di recente aerei e navi per provocare” il Dragone e punta il dito contro gli Stati Uniti per il “sabotaggio della pace e della stabilità” nell’area. I militari Usa hanno confermato il passaggio del P-8A Poseidon in nome dell’“impegno degli Stati Uniti per una regione dell’Indo-Pacifico libera e aperta”. “Gli Stati Uniti continueranno a volare, navigare e operare ovunque il diritto internazionale lo consenta, compreso lo Stretto di Taiwan”, si legge in un comunicato della Settima Flotta.