Cape Canaveral (Florida), 23 aprile 2021 - La navetta Crew Dragon della SpaceX è stata lanciata dal Kennedy Space Center, a Cape Canaveral (Florida). Il vettore Falcon 9, per conto della Nasa, sta portando sulla Stazione Spaziale quattro astronauti ritenuti veterani: Robert Shane Kimbrough, al comando, e Megan McArthur, pilota, entrambi della Nasa, Akihiko Hoshide, dell'agenzia spaziale giapponese Jaxa, e il francese Thomas Pesquet, primo astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa). Quando mancavano 10 minuti dal lancio tutti si sono dati la mano in segno di augurio. 

La nuova avventura nello spazio della navicella di Elon Musk è iniziata alle 11.49 (in Usa erano le 5.49), senza problemi: applausi al distacco dei primi due stadi. La missione durerà poco meno di 24 ore. Il via libera al "taxi delle stelle" di Musk era stato ritardato di un giorno dalla Nasa per condizioni meteo oggi più favorevoli rispetto a giovedì.

Primo lancio Usa-Ue-Giappone insieme

Il lancio del razzo-capsula Crew Dragon 2 di SpaceX verso la Stazione Stazione Internazionale è importante anche perchè è stato, in vent'anni di collaborazione, il primo volo congiunto per l'agenzia americana (Nasa), quella europea (Esa) e quella giapponese (Jaxa). 

Poi toccherà ad AstroSamantha

Se il francese, Thomas Pesquet, è stato il "primo" europeo a salire sulla Crew Dragon 2, va ricordato che in lista d'attesa, oltre al 'secondo' il tedesco Matthias Maurer, che partirà il prossimo autunno, c'è anche l'italiana Samantha Cristoforetti, in programma la prossima primavera. 

Lo spettacolo di Musk

I quattro astronauti sono stati portatri alla rampa di lancio da tre Tesla bianche di Musk, con le targhe che avevano le scritte "recyvler", "reuse" e "reduce". Un riferimento alla prima volta di una missione 'riciclata', cioè con l'utilizzo di un razzo e una capsula già decollati in precedenza. 

Rotto l'incantesimo russo della Soyuz

Il lancio odierno è il terzo successo per Space X in pochi mesi: il viaggio di prova con equipaggio, nel maggio 2020, la missione verso la Iss, scorso novembre e ora l'alto servizio taxi alla Stazione Spaziale. L'importanza dell'entrata in scena di Musk sya nel fatto che ha permesso a Washington e alla Nasa anche di frenare il monopolio russo con la Soyuz riguardo i voli verso la Iss.

Facebook Esa

Nasa, simpatica presentazione degli astronauti