FILE - This Friday, April 29, 2016 image made from video released by Qasion News Agency, a media opposition platform that relies on a network of activists on the ground, shows people scrambling through rubble following airstrikes in Aleppo, Syria. yrian state TV says dozens of people have been killed or wounded when rebels fired rockets into a government-held neighborhood of the northern city of Aleppo. The TV says one of the rockets fired on Tuesday, May 3, 2016 hit the Dubeet hospital in the central neighborhood of Muhafaza. The TV did not give a breakdown of the casualties.  (Qasion News Agency via AP, File)
FILE - This Friday, April 29, 2016 image made from video released by Qasion News Agency, a media opposition platform that relies on a network of activists on the ground, shows people scrambling through rubble following airstrikes in Aleppo, Syria. yrian state TV says dozens of people have been killed or wounded when rebels fired rockets into a government-held neighborhood of the northern city of Aleppo. The TV says one of the rockets fired on Tuesday, May 3, 2016 hit the Dubeet hospital in the central neighborhood of Muhafaza. The TV did not give a breakdown of the casualties. (Qasion News Agency via AP, File)

Aleppo, 3 maggio 2016 - Nuova tragedia in Siria, dove un attacco dei ribelli contro un ospedale di Aleppo avrebbe provocato "decine di morti". Lo afferma la tv di stato siriana, per la quale i ribelli hanno colpito l'edificio con razzi. Il quartiere contro cui è stata lanciata l'offensiva dei ribelli è controllato dal regime di Bashar al Assad. L'Osservatorio siriano per i diritti umani parla di 16 morti e oltre 50 feriti negli attacchi dei ribelli, le vittime dell'ospedale sarebbero 14. Per quanto riguarda la nuova tragedia in ospedale, l'ong conferma l'attacco, ma non fornisce ancora bilanci. Meno di una settimana fa, razzi di Assad avevano colpito un altro ospedale di Aleppo, causando la morte di 20 civili. 

Nelle prossime ore, intanto, dovrebbe arrivare l'annuncio di un "regime di calma", di fatto il congelamento delle ostilità,  proprio ad Aleppo. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, nella conferenza stampa con Staffan De Mistura, al termine del colloqui con l'inviato dell'Onu

IRAQ - Più o meno contemporaneamente si apprende che i jihadisti dell'Isis hanno lanciato oggi una serie di attacchi a est e a nord di Mosul contro i Peshmerga curdi dispiegati intorno alla 'capitale' dello Stato islamico in Iraq. Un militare americano sarebbe rimasto ucciso dal "fuoco nemico". Lo riferiscono i media iracheni. I jihadisti hanno fatto saltare in aria almeno due autobomba guidate da kamikaze nei pressi di Bashiqa, a est di Mosul. Contemporaneamente l'Isis ha attaccato le forze curde a Khazir e Telskuf, a nord di Mosul. Si tratta della prima maxi offensiva dell'Isis nella regione nelle ultime settimane.