Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
14 apr 2018

Siria, il video di Assad sfida gli Usa. "Mattinata normale"

Il filmato diffuso dall'account ufficiale della presidenza mostra il capo di Stato mentre cammina sotto le ampie volte di un palazzo in abito da lavoro

Siria, attacco missilistico di Usa, Gb e Francia. "Assad mostro"

14 apr 2018
featured image
Assad in tenuta da lavoro, frame dal video diffuso dalla presidenza (@Presidency_Sy)
featured image
Assad in tenuta da lavoro, frame dal video diffuso dalla presidenza (@Presidency_Sy)

Roma, 14 aprile 2018 - Una mattinata come le altre. Questo lascia intendere il video pubblicato sul profilo Twitter della presidenza di Damasco   dopo la notte di missili in Siria Assad , in abito da lavoro e con una valigetta in mano, viene ripreso mentre cammina sotto le ampie volte di un palazzo: non è chiaro quando sia stato girato il video, diffuso alle 8 italiane (le 9 locali) dall'account ufficiale 'Syrian Presidency'. 

 

 

 

" Mattina di fermezza " si legge nel post. Come a dire: il governo di Damasco non si farà fermare dai raid. Una sorta di sfida contro l'Occidente che gli ha dichiarato apertamente guerra.  "Questa aggressione renderà solamente la Siria e il suo popolo più determinati nel combattere il terrorismo nel paese, centimetro dopo centimetro", afferma poi il Capo di Stato in una nota. 

image

Secondo quanto riportato da fonti russe, i razzi lanciati sulla Siria, sarebbero oltre cento. Una 'operazione di una notte' che però potrebbe non essersi conclusa così. In base a quanto trapela dall'amministrazione Usa infatti il piano del Pentagono prevede l'eventualità di altri bombardamenti. I raid sono stati puntati su luoghi che, secondo le forze alleate, sarebbero collegati al programma delle armi chimiche siriano, uno vicino Damasco e due nella regione di Homs, tra cui un centro di ricerca. "L'attacco in Siria - ha detto il generale Joseph Dunford - ha inflitto il massimo danno senza rischi non necessari per i civili".

image

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?