Il miliardario ceco Petr Kellner è morto
Il miliardario ceco Petr Kellner è morto

Roma, 30 marzo 2021 - La passione per l’eliski lo ha tradito. Il miliardario ceco Petr Kellner è morto a 56 anni in uno schianto dell’elicottero su cui viaggiava con alcuni amici tra le montagne dell’Alaska. L’incidente è avvenuto, nei pressi del ghiacciaio Knik, a nord-est di Anchorage, per cause ancora da chiarire. Sposato, quattro figli, era l’uomo più ricco della Repubblica Ceca e all’86esimo posto tra gli uomini più ricchi del mondo, con un patrimonio stimato di 15,8 miliardi di dollari.

Noto in Italia per la partnership del suo Gruppo Ppf con Generali tra il 2007 e il 2014, quando cedette l’intera quota posseduta nel Leone di Trieste. Kellner aveva fatto fortuna nello scenario post comunista del suo Paese. Laureato in economia, aveva iniziato vendendo fotocopiatrici. Fondò poi la società Prvni Privatizacni Fond, conosciuta con l’acronimo Ppf, che cominciò a espandersi in finanza, telecomunicazioni, media, biotecnologie accumulando uno dopo l’altro asset che nel 2020 ammontavano a 44 miliardi di euro e diventando uno degli attori principali nel mercato delle telecomunicazioni nell’Europa centrale e orientale.