16 apr 2022

Al lavoro 4 giorni su 7 senza tagli allo stipendio: la California sogna la svolta

Disegno di legge presentato in parlamento da una deputata democratica per contrastare le dimissioni di massa. "Meno stress, aumenta la produttività". Ma i contrari: alle aziende costa troppo

featured image
Il centro degli affari a Los Angeles

Roma, 16 aprile 2022 - Il sogno: la settimana lavorativa di 4 giorni, ma senza tagli allo stipendio. Ci sta pensando la California, patria di molti giganti di Big Tech, il modello è quello islandese. Un nuovo disegno di legge presentato al parlamento statale vorrebbe abbassare il numero di ore lavorate, da 40 a 32, nelle aziende con oltre 500 dipendenti. Tra i firmatari, la deputata democratica Cristina Garcia

Great Resignation


Alla base un numero choc: "Oltre 47 milioni di americani hanno lasciato volontariamente il lavoro", ricorda la deputata. Insomma dimissioni di massa - nelle parole degli esperti Great Resignation -, inseguendo una migliore qualità della vita. Così, dalle piccole e grandi imprese, si ripete sempre lo stesso problema, carenza di manodopera. Nella logica del disegno di legge, occorre pensare a un mondo nuovo, perché dopo due anni di pandemia da Covid 19 i lavoratori non vogliono tornare al vecchio schema di sempre ma aspirano a qualcosa di meglio.

Lavoro e vita privata

"Stanno cercando un euilibrio tra lavoro e vita privata per essere meno stressati", è la fotografia dell'America post Covid. I numeri delle grandi dimissioni hanno portato molti politici ad occuparsi seriamente del problema.

I contrari

Ma la discussione ha acceso anche la polemica.  Ad esempio sui costi che dovrebbero sostenere i datori di lavoro. Che sarebbero tenuti a pagare una volta e mezzo le ore extra al tetto delle 32 a settimana. I fautori del cambiamento però rovesciano il problema e la mettono giù così: benessere e produttività vanno di pari passo, in altre parole i dipendenti che si sentono bene producono di più. 

Chi applica il modello

Il modello lavorativo che ispira la California è quello dell'Islanda (che ha ridotto le ore da 40 a 35). Ma la rivoluzione ha contagiato molti Paese nel mondo, anche quelli più inaspettati. Più scontate Nuova Zelanda, Finlandia, Scozia, Francia e Spagna, molto meno il Giappone degli stakanovisti e dei malati di lavoro. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?