22 feb 2022

Sanzioni alla Russia: la Germania ferma il gasdotto Nord Stream 2

Rischia di restare solo sulla carta la pipeline sottomarina che dovrebbe portare il gas in Europa senza attraversare Bielorussia e Ucraina

giulia prosperetti
Esteri

Messa alla prova dal presidente russo Vladimir Putin l’unità tra americani ed europei ha retto il colpo. La linea multilaterale prevale sugli interessi nazionali, costi quel che costi. "La Germania è pronta a pagare un prezzo economico molto alto", aveva anticipato pochi giorni fa la ministra degli Esteri tedesca, Annalena Baerbock alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco. Il riferimento era al Nord Stream 2, il gasdotto sottomarino che, con i suoi 1.234 chilometri, collega la costa baltica russa alla Germania nord-orientale. All’annuncio sono seguiti i fatti. È arrivato oggi – all’indomani del riconoscimento da parte del presidente russo Vladimir Putin delle due repubbliche separatiste del Donbass, Donetsk e Luhansk – lo stop all’iter autorizzativo del "gasdotto della discordia", fortemente voluto dalla Germania in questi anni nonostante l’ostilità degli Stati Uniti e dell’Europa orientale, da parte del cancelliere tedesco Olaf Scholz. "Alla luce delle ultime azioni della Russia la certificazione per l'avvio della pipeline Nord Stream 2 non potrà essere data – ha affermato Scholz – . Ho chiesto al ministero per l'Energia di avviare le procedure perché non venga emessa la certificazione per l'avviamento della pipeline". Un passaggio amministrativo necessario, senza il quale il gasdotto destinato a portare il gas russo in Germania senza attraversare Paesi baltici, Bielorussia e Ucraina, non può entrare in funzione. Ucraina, Russia al veleno su Di Maio: "Diplomazia non è viaggi vuoti e cene di gala" Vola il prezzo del Nichel, perché c'è da precoccuparsi Completato nel settembre del 2021 per diventare operativo il gasdotto necessita, infatti, del via libera da parte della Germania e della Commissione Ue. "Accolgo con favore la mossa della Germania di sospendere la certificazione di Nord Stream 2. Questo è un passo moralmente, politicamente e praticamente corretto nelle circostanze attuali. La vera leadership significa prendere decisioni difficili in tempi difficili. ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?