Giovedì 25 Luglio 2024

La Russia vuole costruire una stazione spaziale: il primo lancio nel 2027

L’annuncio dell’agenzia Roscosmos. Ma le missioni verso la Iss continueranno fino al termine della collaborazione internazionale

La Stazione spaziale internazionale

La Stazione spaziale internazionale

Mosca, 2 luglio 2024 – La Russia è pronta a costruirsi una stazione spaziale, ma non rinuncerà alle missioni verso la Iss fino al termine della collaborazione internazionale.

Yury Borisov, amministratore delegato dell'agenzia spaziale russa Roscosmos, ha approvato il programma generale con il lancio del primo modulo previsto per il 2027. Il documento è stato firmato anche da 19 direttori generali delle principali imprese di cooperazione e prevede progettazione e produzione dei moduli della stazione, test per un'astronave con equipaggio di nuova generazione, veicoli di lancio e infrastrutture spaziali sulla Terra, nonché il sostegno al progetto da parte dei centri di ricerca del settore.

Il velivolo spaziale decollerà dal cosmodromo di Vostochny e porterà in orbita un modulo scientifico ed energetico fra tre anni. Insieme ad altri tre moduli – il nodo universale (Uum), il modulo gateway (Shm) e il modulo base (Bm), che sarà lanciato prima del 2030 – formerà il nucleo della stazione.

Nella seconda fase, nel periodo dal 2031 al 2033, si prevede di espandere la stazione collegando due moduli target (Cm1 e Cm2).