20 apr 2022

Mosca testa nuovo missile intercontinentale Sarmat

Putin: farà riflettere coloro che stanno minacciando la Russia

A handout still image from a video footage made available 19 July 2018 by the Russian Defense Ministry on its official Youtube page shows the launch of Sarmat intercontinental ballistic missile (ICBM) in Russia. The Russian Defense Ministry reports of completing pop-up tests of the new Sarmat intercontinental ballistic missile.  ANSA/RUSSIAN DEFENCE MINISTRY PRESS SERVICE / HANDOUT  HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES
Mosca testa nuovo missile intercontinentale Sarmat (Ansa)

Roma, 20 aprile 2022 - La Russia ha testato con successo un nuovo missile balistico intercontinentale, il Sarmat, capace, secondo il ministero della Difesa, di "penetrare ogni sistema di difesa missilistica esistente o futura". Il presidente Vladimir Putin ha affermato che il nuovo missile darà garanzie di sicurezza alla Russia "contro le attuali minacce" e "farà riflettere coloro che stanno minacciando la Russia". 

Approfondisci:

Guerra Ucraina: a Mariupol ultimatum scaduto. Nessun segno di resa

Il lancio è stato effettuato dalla base di Plesetsk, 800 chilometri a nord di Mosca, e il missile ha sorvolato gran parte dello sterminato territorio russo per colpire il poligono di Kura, nella regione della Kamchatka, nell'Estremo Oriente. Putin, nel congratularsi con le forze armate, ha affermato che "quest'arma non avrà pari al mondo per lungo tempo", secondo quanto riferisce la Tass. 

Il nuovo missile balistico intercontinentale russo Sarmat è stato lanciato oggi dal cosmodromo di Pleseck ed è caduto nell'area di impatto di Kura, in Kamchatka, dopo aver coperto una distanza di oltre 5.450 chilometri, sufficiente, se diretto in direzione Ovest dallo stesso punto di partenza, a colpire qualsiasi bersaglio in Europa occidentale. La gittata massima del Sarmat, aveva spiegato lo scorso anno una fonte militare all'agenzia Tass, è perè pari a 18 mila chilometri, poco meno della metà della circonferenza equatoriale. I Sarmat sono destinati a rimpiazzare i R-36M2 Voevoda, in servizio da cinquant'anni, e la prima base a effettuare la sostituzione, ha comunicato la Difesa russa, sarà quella di Krasnoyarsk, entro la fine dell'anno. I test di lancio, inizialmente previsti per il terzo trimestre del 2021, saranno almento tre, uno dei quali coprirà la gittata massima, aveva anticipato la Tass. Il Sarmat è in grado di volare a una velocità di 24 mila chilometri all'ora, pesa 208 tonnellate, puo' contenere fino a 178 tonnellate di carburante e può portare una testata del peso di quasi 10 tonnellate. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?