Cardiff, 15 ottobre 2021 -  “È davvero irritante quando parlano, ma non fanno”. La regina Elisabetta II si permette di contravvenire al protocollo della corona. All’uscita a Cardiff, all’apertura del Parlamento gallese, attacca i governatori che non prendono iniziative concrete sui cambiamenti climatici. Un’invettiva, ripresa in un fuorionda, che ricorda i “bla bla bla” dell’attivista Greta Thunberg alla Pre-Cop a Milano, che chiedeva "fatti, non si può andare avanti a chiacchiere".

Regina Elisabetta II "deve stare a riposo". Niente viaggio in Irlanda del Nord

Regina Elisabetta II, i medici le vietano il Martini Dry serale

La monarca stava parlando con la presidente del Parlamento gallese, Elin Jones, quando le sue parole sono state captate dai microfoni rimasti aperti. A proposito del prossimo vertice sul clima (Cop26), al via a Glasgow il 31 ottobre, a cui dovrebbe partecipare insieme ad altri membri della famiglia reale, avrebbe detto: "Ho sentito parlare della Cop... ancora non so chi ci sarà. Nessuna idea. Sappiamo solo di quelli che non vengono... È davvero irritante quando parlano, ma non agiscono".

Regina Elisabetta, prima volta con bastone per camminare a un evento ufficiale

"Esatto. È il momento di agire", è stata la replica di Jones, che ha poi citato l'intervista rilasciata alla Bbc dal principe William, in cui ha affermato che gli imprenditori dovrebbero dedicarsi a salvare la Terra, non al turismo spaziale. William, parlando della Cop26, aveva invitato i leader a passare dalle "parole intelligenti" ai fatti e, riferendosi all'interesse delle nuove generazioni per i problemi ambientali, aveva anche affermato che sarebbe "un disastro assoluto" se il suo primo figlio, il principino George, tra 30 anni si trovasse ancora a dover affrontare la crisi climatica. Una citazione che ha fatto sorridere la sovrana, che ha poi aggiunto: "Sì, l'ho letta".

Regina Elisabetta rifiuta premio anziani illustri: "Vecchio è chi si sente"

Secondo The Times, il premier Boris Johnson è stato già informato dell'illustre defezione. "Ora è abbastanza chiaro che Xi non si presenterà e il Primo Ministro è stato informato", ha raccontato una fonte del governo. "Quello che non sappiamo è quale posizione prenderanno i cinesi. Potrebbero andare al G20 (a Roma, previsto nel wweek-end del 30-31 ottobre; ndr) con nuovi impegni, ma ora sembra meno probabile. La verità è che, a meno che la Cina non arrivi con nuovi obiettivi, non saremo in grado di mantenere l'impegno di 1,5 gradi" come limite per l'aumento della temperatura media globale.

Greta Thunberg a Milano balla e canta 'Bella ciao' al corteo

Anche il presidente russo, Vladimir Putin, non ha confermato la sua presenza a Glosgow, così come è dubbia la presenza del premier indiano, Narendra Modi, e di quello brasiliano, Jair Bolsonaro. Ci sarà invece sicuramente il presidente Joe Biden, che ha confermato ieri la sua presenza.