Londra, 3 febbraio 2019. Il Regno Unito si prepara alla Royalexit. Se la Gran Bretagna dovesse lasciare l'Unione europea senza accordo e la situazione a Londra dovesse diventare troppo violenta, gli 007 inglesi sono pronti a trasportare la regina Elisabetta II in fretta e furia in una località segreta. Downing Street ha rispolverato i piani di evacuazione della famiglia reale elaborati durante la Guerra fredda e – secondo quanto riportano Sunday Times e Mail on Sunday - li ha aggiornati, tenendo conto degli ultimi sviluppi sulla Brexit.

Il 29 marzo, data prevista per l'uscita dalla Ue, si avvicina sempre di più e la paura che Londra non riesca a trovare un accordo (il cosiddetto no-deal) è notevolmente aumentata. Timori che sono cresciuti esponenzialmente quando il Parlamento ha votato per chiedere al primo ministro Theresa May di rinegoziare l'accordo con Bruxelles per modificare la clausola sul backstop, quella che riguarda il confine tra Irlanda e Irlanda del Nord. L'Unione ha fatto subito sapere che non c'è spazio per alcuna trattativa, costringendo il governo inglese a prendere in considerazione anche gli scenari più estremi.

“Non è chiaro quanto seriamente Whitehall stia valutando l'eventualità di un'evacuazione reale, ma – fa notare Politico.eu – i funzionari governativi sono molto preoccupati dal tentativo di trascinare i reali nel dibattito sulla Brexit”. Elisabetta si è quasi sempre astenuta dal prendere posizione, anche se un suo recente appello a “cercare un terreno comune” ha spinto molti analisti a intravvedere un tentativo della regina per spingere Westminster a trovare un accordo con la Ue.

Secondo molti parlamentari, i piani di evacuazione sono pura fantasia. “La famiglia reale – fa notare il deputato Jacob Rees-Mogg – è rimasta al suo posto durante i bombardamenti nazisti. Figuriamoci se ha intenzione di fuggire ora”. Ma in molti, per quanto si possa ritenere una Royalexit altamente improbabile, cominciano a essere preoccupati.

image