Canada, i soccorsi a Quebec City (Ansa)
Canada, i soccorsi a Quebec City (Ansa)

Quebec City, 1 novembre 2020 - Notte di Halloween tra sangue e follia a Quebec City, in Canada. Un uomo in abiti medievali ha accoltellato "molte persone" nel centro storico della città. Il primo bilancio dell'attacco è di almeno due morti e cinque feriti. L'arma da taglio usata per l'accoltellamento sarebbe una spada. "Era vestito come un samurai", ha riferito Radio-Canada, mentre la polizia si è limitata a confermare che indossava "abiti medievali". 

image

Il sospetto, di 25 anni circa, è stato arrestato. In conferenza stampa Etienne Doyon, portavoce della polizia locale, senza precisare il movente dell'aggressione. Non esclusa la pista terroristica, il fatto che l'aggressione è avvenuta la notte di Halloween potrebbe non essere casuale: in questa occasione, i costumi passano inosservati e non destano allarme. Al momento, tuttavia, non ci sono conferme da parte delle autorità su un eventuale collegamento con gli attentati terroristici degli ultimi giorni in Francia operati da estremisti islamici. "L'inchiesta è ancora in corso", precisano le autorità. La prima chiamata di aiuto alla polizia è giunta alle 22.30, l'uomo è stato arrestato poco prima dell'una.

Secondo i media locali, anche l'aggressore è stato ricoverato in ospedale, insieme ai cinque feriti. L'attacco è iniziato vicino allo Chateau Frontenac, in rue des Ramparts. Secondo tre testimoni citati dal quotidiano del Quebec, Le Soleil, è in questa strada che il killer samurai avrebbe "massacrato" la sua prima vittima. Quindi ha continuato a camminare, lasciandosi dietro una scia di sangue, in rue des Remparts, dove ha ucciso la seconda persona prima di recarsi al vecchio porto e ferire altri passanti. La sua follia omicida è terminata solo quando è stato intercettato dalla polizia.