Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
16 apr 2022

Ucraina: quattro ipotesi di come Putin potrebbe fermare le armi dell'Occidente a Kiev

Il generale Leonardo Tricarico analizza gli scenari più realistici. I più probabili sono attacchi non appena i carichi arrivano in Ucraina o l'utilizzo della "guerra asimmetrica"

16 apr 2022
alessandro farruggia
Esteri

Roma, 16 aprile 2022 - Attacchi sul suolo ucraino. O attacchi asimmetrici. Sono queste  le due ipotesi più realistiche a disposizione dei russi per cercare di fermare il flusso di armi verso Kiev, o per “punire“ l’Occidente per il suo aiuto all’Ucraina. Così il generale Leonardo Tricarico, pilota di caccia e già Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, che ha analizzato gli scenari in mano al Cremlino. Queste le sue risposte. Attacco in Ucraina "L’attacco ai convogli di armi una volta i carichi giungono in Ucraina – osserva il generale Tricarico – è allo stato decisamente l’ipotesi più probabile, ma la sua implementazione è tutt’altro che facile. Il punto essenziale è avere adeguate informazioni di intelligence sulla partenza dei carichi, che ragionevolmente saranno suddivisi e camuffati, almeno per le munizioni e le armi leggere. I russi – se con adeguate informazioni di intelligence – potrebbero mantenere in volo dei droni e attaccare i convogli, o eventualmente far partire dei cacciabombardieri magari dalla Bielorussia. O far agire gruppi di sabotatori. Vedo meno probabile un attacco missilistico, a meno di carichi molto significativi come sistemi missilistici terra/aria o parecchi carri armati. Il problema è che se gli aerei volano bassi è più complesso centrare l’obiettivo e si è più esposti a missili tipo stinger, se volano alti possono colpire con munizioni guidate di precisione, peraltro poco usate dai russi in questa guerra, ma sono esposti a sistemi missilistici più potenti o all’intercettazione da parte dei residui caccia ucraini. I russi possono anche, se hanno informazioni non eccessivamente precise, designare delle 'kill boxes' aree dove è legittimo colpire chi transita in una certa zona e in un certo arco temporale e poi far partire gi aerei o i droni. In ogni caso non è facile. Ovviamente è possibile anche colpire il deposito di ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?