Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
3 giu 2022

Prodotti introvabili come nell’Urss. I russi tornano a rubare i tergicristalli

Le banche accorciano gli scontrini e i cinema proiettano le copie piratate dei blockbuster occidentali. Le sanzioni si fanno sentire anche nei supermercati: l’offerta si è ridotta almeno del trenta per cento

3 giu 2022
luca bolognini
Esteri
Una. Moskvitch, auto simbolo dell’Unione sovietica. Potrebbero tornare in produzione
Una Moskvitch, auto simbolo dell’Unione sovietica. Potrebbero tornare in produzione
Una. Moskvitch, auto simbolo dell’Unione sovietica. Potrebbero tornare in produzione
Una Moskvitch, auto simbolo dell’Unione sovietica. Potrebbero tornare in produzione

La Russia si sta cetriolinizzando. A causa delle sanzioni e della fuga delle multinazionali occidentali, Vladimir Putin sta dando vita a una sorta di realtà alternativa alla Good bye, Lenin! Nel malinconico film del 2003, il protagonista fa credere alla madre malata che la Ddr non sia crollata con il muro. E per convincerla che nulla sia cambiato, è costretto a produrre in casa i mitici cetriolini dello Spreewald, ’leccornia’ della Germania Est ormai divenuta introvabile. Lo zar sta più o meno facendo la stesa cosa, taroccando a passo di Jacobs i prodotti e i servizi occidentali che non ci sono più, per persuadere i russi che, nonostante la guerra, non sia cambiato nulla. Ma le crepe iniziano a farsi vedere e lentamente la Federazione si sta trasformando in una sorta di Unione sovietica steampunk. Ucraina, 100 giorni di guerra. Cosa sta succedendo e come finirà: i 3 scenari Putin ha un cancro in fase avanzata: lo rivela report degli 007 Usa. L'attentato sventato Al posto di Instagram, il social delle foto made in Usa non più accessibile nella Federazione, è arrivato Rossgram. Una garanzia di flop già dal nome. Lanciato il 22 marzo in pompa magna, il sito è ancora in fase di costruzione. Nel metaverso (poco virtuale) russo, le banche hanno anche dovuto trovare un’alternativa a Visa e MasterCard. La banca Tinkoff ha così dato vita a Mir (che in russo significa pace). Quando un utente ha chiesto via web all’istituto quando avrebbe potuto scambiare la sua vecchia e inutile carta di credito con una nuova, gli è stato risposto che era impossibile produrre tessere a causa della mancanza di plastica nel Paese. Il messaggio è stato velocemente cancellato, ma ormai la frittata era fatta. E pochi giorni fa Alfa-Bank, come ha riportato Matteo Villa, docente della Bocconi ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?