Ambulanza inglese in azione (Ansa)
Ambulanza inglese in azione (Ansa)

Londra, 12 agosto 2021 - Stasera Plymouth è stata teatro di una sanguinosa sparatoria costata la vita ad "almeno sei persone". Nella città dell'Inghilterra sud-occidentale, intorno alle 18, un uomo, non identificato, ha fatto fuoco  prima in una casa, poi sui passanti in strada indiscriminatamente provocando molte vittime, prima di essere a sua volta colpito a morte (Il killer è il settimo decesso, ndr). Il bilancio non ufficiale, appreso l'agenzia Pa da fonti investigative, parla infatti di almeno "sei morti e diversi feriti", dei quali alcuni sono in gravi condizioni. 

L'allarme alla polizia è giunto per "un grave incidente con armi da fuoco" nel quartiere dormitorio di Keyham, zona a basso costo vicina all'area portuale di Plymouth.

La Devon and Cornwall Police ha confermato che si contano più di un morto e "diversi feriti", ma al momento non risulta una matrice terroristica. Una testimone, Sharon, ha riferito alla Bbc: "Prima si sono sentite urla e alcuni spari, tre o quattro. Poi ho visto un uomo armato irrompere all'interno di una casa aprendo ancora il fuoco e quindi uscire e iniziare a sparare a casaccio contro qualche persona fra Linear Park e la strada".

L'area è stata isolata e i mezzi di soccorso sono diversi. Johnny Mercer, deputato alla Camera dei Comuni eletto nel collegio locale su Twitter ha sottolineato: "L'incidente non è riconducibile al terrorismo". Il membro locale del Parlamento, Luke Pollard, su Facebook è intervenuto in diretta, dopo aver postato: "Sembra ci sia stata una situazione molto seria a Keyham. Ognuno stia al sicuro, dentro casa e segua le indicazioni della polizia".