La donna uccisa e ingoiata dal pitone (Afp)
La donna uccisa e ingoiata dal pitone (Afp)

Roma, 17 giugno 2018 - Un pitone lungo 7 metri ha ingoiato una donna intera nell'Indonesia centrale. Il corpo senza vita della 54enne, identificata come Wa Tiba, è stato trovato intatto nella pancia del serpente dagli abitanti del villaggio che si erano messi alla ricerca della donna, svanita nel nulla giovedì scorso mentre si occupava dell'orto. Quando la sua famiglia è andata a cercarla in giardino, ha trovato solo i suoi sandali e una torcia. Così un centinaio di residenti del villaggio di Persiapan Lawela, sull'isola di Muna, al largo di Sulawesi, ha fatto partire le ricerche e hanno trovato il pitone molto rigonfio nel giardino,a circa 50 metri di distanza dagli oggetti di Wa Tiba. A quel punto hanno deciso di uccidere il maxi serpente tagliandogli il ventre e hanno recuperato il corpo della donna, ancora intatto con tutti i suoi vestiti.

"I residenti sospettavano che il serpente avesse ingoiato la vittima, così l'hanno ucciso e poi portato fuori dal giardino", ha dichiarato il capo della polizia locale, Hamka. "Il ventre del serpente è stato tagliato e all'interno è stato trovato il corpo della vittima", ha aggiunto. La zona in cui la 54enne è scomparsa si trovava ai piedi di una zona rocciosa piena di grotte e nota per la presenza di serpenti, spiega la polizia. I pitoni giganti, che in genere superano i 6 metri, si trovano spesso in Indonesia e nelle Filippine. A marzo scorso un contadino era stato ucciso da un pitone nel villaggio di Salubiro, sull'isola di Sulawesi.