Pistorius, negata la libertà vigilata. La mamma dell’ex fidanzata: “Non è pentito”

L’ex campione paralimpico sudafricano era stato condannato a 13 anni e sei mesi per l’omicidio di Reeva Steenkamp

La mamma di Reeva Steenkamp (Ansa)
La mamma di Reeva Steenkamp (Ansa)

Pretoria, 31 marzo 2023 - A Oscar Pistorius è stata negata la libertà vigilata, come ha fatto sapere il suo avvocato. L’ex campione paralimpico sudafricano era stato condannato dalla Suprema Corte d'Appello di Johannesburg a tredici anni e sei mesi per l'omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp, avvenuto nel 2013. 

La mamma di Reeva: “Non è pentito”

"Non credo alla sua storia. Non credo che Oscar sia pentito o riabilitato”: ha detto questa mattina la mamma di Reeva, la modella 29enne uccisa 10 anni fa dal campione paralimpico sudafricano. June Steenkamp ha parlato al suo arrivo all'udienza della commissione per la libertà vigilata. L'avvocato degli Steenkamp, Tania Koen, ha dichiarato che i genitori della vittima continuano a ritenere che Pistorius abbia voluto uccidere la sua compagna e per loro la morte della figlia è “una condanna a vita”. L'ex velocista finora ha scontato metà della condanna a 13 anni per l'omicidio della fidanzata. Il sei volte medaglia d'oro paralimpica, oggi 36enne, ha espresso il suo profondo rimorso per aver ucciso la sua ragazza il giorno di San Valentino del 2013, e continua a sostenere di averle sparato per errore, credendo che fosse una rapinatrice.