Parigi, subito incendi e scontri per la protesta dei gilet gialli (Ansa)
Parigi, subito incendi e scontri per la protesta dei gilet gialli (Ansa)

Parigi, 12 settembre 2020 - Nonostante la Francia sia alle prese come tutto il mondo con la drammatica emergenza Coronavirus, con il Paese già alle prese con una seconda ondata fatta di migliaia di nuovi casi al giorno, Parigi deve fare nuovamente i conti con la protesta dei gilet gialli tornati oggi in strada. E sono subito disordini. Un film avvilente già visto nei mesi scorsi. Fonti della polizia dicono sono attesi 4-5 mila, di cui mille potenzialmente violenti, e manifestazioni di protesta con 100-200 persone si sono tenute anche a Marsiglia e Lione.

Covid, Astrazeneca riprende test sul vaccino. La Francia supera soglia dei 10mila casi

Nella capitale francese ci sono stati diversi momenti di tensione, con incendi appiccati a macchine e cassonetti. La polizia ha risposto con lancio di lacrimogeni per disperdere i manifestanti dopo che due cortei si sono riuniti nei dintorni degli Champs-Elysees, dove da due mesi le manifestazioni sono vietate, e nei pressi dell'avenue de Wagram, nonostante il divieto assoluto della prefettura di assembramento attorno alla grande avenue e ai siti istituzionali. Il prefetto ha lanciato un appello al rispetto del distanziamento sociale e delle regole sanitarie. Sono 222 le persone fermate finora dalla polizia e 86 sono state arrestate.