9 mag 2022

Parata 9 maggio a Mosca, il discorso di Putin. Cosa ha detto

Il presidente russo ai soldati: "Combattete per la sicurezza della patria, combattete per la nostra gente nel Donbass". E accusa: "Non ascoltati dalla Nato sulle garanzie di sicurezza, l'Occidente preparava invasione. Evitare la guerra globale". Presente anche il patriarca Kirill. Zelensky: "Presto avremo due giorni della vittoria, altri nessuno"

Roma, 9 maggio 2022 - A Mosca la parata per il Giorno della Vittoria sui nazisti in ricordo della fine della Seconda Guerra mondiale (sulla piazza Rossa 11mila militari e 131 mezzi, compresi soldati arrivati dal Donbass), mentre in Ucraina infuria la guerra scatenata dalla Russia. Discorso del presidente del presidente russo Vladimir Putin sulla Piazza Rossa, con duri passaggi contro Nato e Occidente: "Non ascoltati dall'Alleanza Atlantica sulle garanzie di sicurezza, l'Occidente preparava invasione. Evitare la guerra globale". Presente anche il patriarca Kirill, massima autorità della Chiesa ortodossa russa. Ieri Putin in un messaggio inviato ai leader delle autoproclamate repubbliche di Donetsk e Lugansk ha detto di combattere contro la "feccia nazista. E come nel 1945, vinceremo". La replica del presidente ucraino Volodymyr Zelensky: "La Russia ha dimenticato tutto ciò che era importante per i vincitori della seconda guerra mondiale". E oggi, in un nuovo video, ha annunciato per Kiev "due giorni della Vittoria" e ha paragonato Putin a Hitler.

Approfondisci:

Parata 9 maggio a Mosca: lo zar Putin vola basso. Ecco perché

Il presidente russo Vladimir Putin (Ansa)
Il presidente russo Vladimir Putin (Ansa)

La parata della vittoria sui nazisti. Ma Putin dimentica ombre e orrori

Anche a Mariupol in scena la parata del 9 maggio

La parata della Vittoria a Mosca
La parata della Vittoria a Mosca

La diretta della mattinata

Ore 10.47 - Parata anche a Mariupol

Parata del 9 maggio anche a Mariupol, città occupata dalle forze russe, dove la resistenza ucraina combatte solo nell'acciaieria Azovstal. Le immagini sono state postate da Nexta Tv, media indipendente bielorusso e  mostrano in testa alla sfilata Denis Pushilin, capo dell'autoproclamata repubblica di Donetsk, e dietro un enorme e lungo drappo grigio e arancione che copre l'intera strada. Non ci sono mezzi militari, ma solo persone per la maggior parte in abiti civili che tengono il drappo ai lati della strada, cantano e sventolano qualche bandiera rossa nella giornata senza nuvole. Ma un consigliere del sindaco, Petro Andriushchenko, nega che ci sia stata uan vera e propria parata e aafferma che c'è stata solo una cerimonia con la deposizione di corone di fronte ad un monumento recentemente ristrutturato dai separatisti filo russi.

Ore 10.35 - Presente anche Kirill

Anche il patriarca Kirill, massima autorità della Chiesa ortodossa di Mosca, ha partecipato alla parata sulla Piazza Rossa per la giornata della vittoria. Il patriarca è apparso nelle immagini della tribuna ufficiale accanto al vicepresidente del Consiglio di sicurezza Dmitri Medvedev. Non si è visto invece il generale Valery Gerasimov, capo di stato maggiore delle forze armate russe. Nei giorni scorsi erano circolate indiscrezioni sul suo ferimento mentre si trovava a Izyum, nella regione di Kharkiv. 

Ore 9.59 - Putin sui veterani Usa

"Sappiamo che ai veterani americani che volevano partecipare alla parata a Mosca è stato effettivamente vietato di farlo. Ma voglio che sappiano che siamo orgogliosi delle vostre imprese, del vostro contributo alla vittoria comune. Onoriamo tutti i soldati degli eserciti alleati: americani, britannici, francesi, membri della resistenza, soldati coraggiosi e partigiani della Cina, tutti coloro che hanno sconfitto il nazismo e il militarismo", ha detto il presidente russo.

​Ore 9.57 - L'ambasciatore italiano a Kiev

"C'è una retorica molto aggressiva, però è anche vero che in realtà stanno incontrando grosse difficoltà a livello militare: l'operazione avanza ma molto lentamente", ha detto l'ambasciatore italiano a Kiev Pier Francesco Zazo commentando su RaiNews il discorso di Putin. "Nella retorica della Russia di Putin chiunque affermi l'identità nazionale ucraina, viene automaticamente identificato come neonazista", ha puntualizzato l'ambasciatore.

Ore 9.44 - Putin e le perdite

La morte di ogni soldato e ufficiale è una "perdita irreparabile" e il governo russo farà di "tutto per aiutare le loro famiglie". Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin nel suo intervento alla giornata della vittoria, secondo quanto riporta Interfax. Putin ha detto di aver firmato l'ordine di dare un'assistenza statale ai figli dei militari russi uccisi in Ucraina.

Ore 9.42 - Zelensky e i giorni della Vittoria - Video

"Stiamo lottando per la libertà dei nostri figli, e quindi vinceremo. Non dimenticheremo mai cosa hanno fatto i nostri antenati durante la Seconda guerra mondiale, in cui morirono più di otto milioni di ucraini. Molto presto ci saranno due Giorni della Vittoria in Ucraina. E qualcuno non ne avrà nessuno", ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un video postato sui social mentre cammina nel viale Khreschatyk deserto all'alba. "Abbiamo vinto allora. Vinceremo ora. E Khreshchatyk vedrà la parata della vittoria: la vittoria dell'Ucraina!". E ancora: "Solo un pazzo può sperare di ripetere 2.194 giorni di guerra" della Seconda guerra mondiale: "Colui che sta ripetendo oggi gli orribili crimini del regime di Hitler, seguendo la filosofia dei nazisti e replicando tutto quello che hanno fatto. È condannato. Perché è stato maledetto da milioni di antenati quando ha cominciato ad imitare il loro assassino. E allora perderà tutto".

Ore 9.38 - La guerra globale

Putin: "L'orrore di una guerra globale non si deve ripetere".

Le armi sfilano sulla Piazza Rossa a Mosca (Ansa)
Le armi sfilano sulla Piazza Rossa a Mosca (Ansa)

Ore 9.27 - Le accuse di Putin alla Nato

"Alla fine dello scorso anno l'Occidente stava apertamente preparando un attacco al Donbass e alla Crimea, a Kiev c'erano richieste di armi nucleari che creavano "una minaccia inaccettabile proprio al nostro confine", ha detto Putin, nel suo discorso alla parata. "L'Occidente preparava una invasione di nostri territori", ha detto il presidente, che definito l'offensiva in Ucraina una "operazione preventiva, necessaria e giusta".

Ore 9.15 - Il discorso di Putin

Iniziato il discorso di Putin. Ai soldati: "Combattete per la sicurezza della patria, combattete per la nostra gente nel Donbass". E accusa: "Non ascoltati dalla Nato sulle garanzie di sicurezza". Putin ha parlato di "minacce inammissibili ai confini".

Vladimir Putin sulla Piazza Rossa (Ansa)
Vladimir Putin sulla Piazza Rossa (Ansa)

Ore 9.00 - Il ministro sulla limousine russa

Il ministro della Difesa russo, Serghei Shoigu, come già negli anni passati, alla parata militare sulla Piazza Rossa di Mosca, per l'anniversario del Giorno della Vittoria, sulla limousine russa cabriolet Aurus. Fortemente voluta dal presidente, Vladimir Putin, Aurus è nata con l'obiettivo di sfidare Bentley e Rolls-Royce nel settore del lusso. Il canale del dicastero della Difesa, Zvezda Tv, ha già diffuso su Telegram le immagini della limousine destinata a Shoigu che si avvia verso il centro di Mosca.

Ucraina ultime notizie, Zelensky: "60 civili uccisi da bomba su scuola"

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?