Olivier Dassault (Afp)
Olivier Dassault (Afp)

Roma, 7 marzo 2021 - E' morto in un incidente d'elicottero il miliardario e parlamentare Olivier Dassault, aveva 69 anni. Il velivolo su cui viaggiava si è schiantato a terra vicino Deauville, in Normandia, secondo quanto hanno riferito fonti politiche. Si trattava di un volo privato, in cui sembra esser rimasto vittima anche il pilota. La procuratrice Delphine Mienniel ha annunciato l'apertura di "un'inchiesta per omicidio colposo".

Secondo quanto riportano i giornali locali, Olivier era il maggiore dei quattro figli dell'industriale Serge Dassault, scomparso nel 2018 e a sua volta figlio di Marcel Dassault, ingegnere e fondatore dell'impero di famiglia. Il patrimonio di Olivier Dassault, dei suoi due fratelli e della sorella è valutato in circa 5 miliardi di euro ciascuno. È stato membro dell'Oise e direttore del Gruppo Figaro, proprietario dell'omonimo quotidiano.

Immediato il cordoglio di Emmanuel Macron su Twitter: "Un capitano d'industria, deputato, eletto locale, comandante di riserva dell'aeronautica militare", ha scritto il presidente francese, che "non ha mai smesso di servire il nostro Paese, per promuoverne i beni. La sua morte improvvisa è una grande perdita. Pensieri della sua famiglia e dei suoi cari". Il premier Jean Castex ha ricordato "un deputato umanista, un imprenditore visionario, un uomo profondamente impegnato nel suo Paese, un artista con un'audacia elegante".

La carriera

Olivier Dassault (Afp)

Secondo quanto riporta France Inter, Oliver era nato il 1 giugno 1951 a Boulogne-Billancourt, figlio di Serge e Nicole Dassault, ed è stato uno degli eredi del miliardario francese, con una fortuna stimata in 5 miliardi di euro (come i suoi due fratelli e sua sorella). Ha studiato prima all'Air School, dove si è formato in ufficiale, ingegnere e pilota. Era anche il comandante della riserva dell'aeronautica. Quando suo nonno, l'industriale Marcel Dassault, morì nel 1986, suo padre Serge lo inserì in due dei suoi gruppi (Europe Falcon Service e Dassault Aviation). Successivamente, è stato vicepresidente del gruppo stampa Valmonde (proprietario in particolare di "Valori attuali"), ceduto nel 2006; amministratore del "Journal des Finances"; direttore di Socpresse, diventata Dassault Media all'interno del Gruppo Figaro nel 2011; allora Presidente del Consiglio di Sorveglianza del Gruppo Dassault.

Come suo padre, anche Olivier Dassault si era fatto un posto in politica, in particolare essendo stato eletto deputato per l'Oise nel 1988, un posto a cui dovette rinunciare nel 1997, prima di essere rieletto nel 2007, ogni volta contro il suo rivale socialista Yves Rome. Un mandato che ha ricoperto fino ad oggi, sotto i colori dei repubblicani. Nel 2017, tra due round, ha preso posizione per il candidato Emmanuel Macron contro Marine Le Pen. 

Era anche appassionato di caccia e musica, e in particolare ha composto diverse colonne sonore per film.