Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
9 mar 2022

Ucraina, lettera della first lady: "Dalla Russia omicidio di massa, anche di bambini"

Nella prima dichiarazione pubblica Olena Zelenska riprende gli appelli del marito Volodymyr Zelensky e chiede una no fly zone: "Questa è una guerra in Europa"

9 mar 2022
featured image
Olena Zelenska su Instagram
featured image
Olena Zelenska su Instagram

Roma, 9 marzo 2022 -  "Con questa lettera, testimonio e voglio farlo sapere al mondo: la guerra in Ucraina non è una guerra 'da qualche parte là fuori'. Questa è una guerra in Europa e ai confini dell'Ue". A due settimane dall'inizio dell'invasione russa, la first lady ucraina Olena Zelenska rilascia la prima dichiarazione pubblica e avvisa l'Occidente: "L'Ucraina sta fermando un potere che può invadere le vostre città domani con il pretesto di salvare i civili. Se non fermiamo Putin, che minaccia una guerra nucleare, non ci sarà posto sicuro nel mondo".

Mariupol: bombardato ospedale pediatrico. I video choc

Nella lettera, indirizzata alla comunità internazionale, Olena racconta gli orrori della guerra, denunciando che In Ucraina è in corso un "omicidio di massa di civili". Ma "la cosa più orribile e devastante di questa invasione russa sono i bambini. Ed elenca per nome alcune piccole vittime della guerra finora: "Alice di otto anni che è morta per le strade di Okhtyrka mentre suo nonno cercava di proteggerla. Polina di Kiev, morta nel bombardamento con i suoi genitori. Il 14enne Arseniy è stato colpito alla testa da un relitto e non ha potuto essere salvato perché un'ambulanza non è riuscita a raggiungerlo in tempo a causa degli intensi incendi. Quando la Russia dice che 'non sta facendo la guerra contro i civili' - è l'accusa -, pronuncio i nomi di questi bambini assassinati".

Ecco la legione internazionale per difendere Kiev

La first lady ucraina ha quindi ringraziato la comunità internazionale e le nazioni vicine che hanno accolto i rifugiati per il loro sostegno. Ma ha anche ripetuto gli appelli del marito, Volodymy Zelensky, affinché le nazioni occidentali dichiarino una no-fly zone. "Abbiamo bisogno di chi è al potere per chiudere il cielo. Chiudete il cielo e gestiremo noi stessi la guerra a terra", ha insistito. "Con questa lettera testimonio e dico al mondo: la guerra in Ucraina non è una guerra 'da qualche parte là fuori'. Questa è una guerra in Europa, vicino ai confini dell'Ue", ha insistito Zelenska. "Se non fermiamo Putin, che minaccia di iniziare una guerra nucleare, non ci sarà un posto sicuro al mondo per nessuno di noi", ha concluso.

"Senza gas russo case fredde e aziende chiuse. La verità è che dovremo razionare l'energia"

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?