Rotterdam, 19 novembre 2021 - Una manifestazione contro il lockdown nel centro di Rotterdam è degenerata e la polizia ha fatto fuoco ferendo almeno due persone. Ne danno notizia le stesse forze dell'ordine, ha riferito l'emittente olandese Nos. Dalle prime informazioni gli agenti prima avrebbero sparato colpi di avvertimento.

Durante la prostesta di questa sera, non la prima di questo tipo in questi giorni in Olanda, contro le misure restrittive volute dal governo olandese davanti alla ripresa dei contagi,  la tensione è salita alle stelle: in centinaia al grido "libertà, libertà" hanno lanciato oggetto contro la polizia ed hanno fatto esplodere petardi e fuochi d'artificio. E anche dopo il ferimento di due persone la situazione è rimasta tesa.

Il reparto antisommossa è schierato in forze ed è appoggiato anche da un cannone ad acqua. I manifestanti hanno dato fuoco a un'auto della polizia e danneggiate altre, anche di privati cittadini. I Vigili del Fuoco accorsi per spegnere gli incendi sono stati aggrediti. 

Nel Paese è emergenza Covid, oggi stabilito il record assoluto di contagi, per il quarto giorno consecutivo. Nelle ultime 24 ore 23.680 nuovi casi e 34 morti. I ricoverati sono 2.110, di cui 413 in terapia intensiva. 

Per affrontare questa situazione di emergenza lo scorso weekend il governo ha imposto un parziale lockdown con restrizioni nei contatti e un orario ridotto per ristoranti e negozi. Reintrodotto anche l'obbligo di portare la mascherina e rispettare le distanze sociali.