Londra, 19 dicembre 2020 - Un nuovo ceppo del Covid-19, più veloce nel propagarsi tra la popolazione, è stata individuato in Gran Bretagna. Quindi Boris Johnson ha annunciato un'ulteriore stretta alle misure anti-Covid da domani e per tutto il periodo natalizio a Londra e nel sud-est dell'Inghilterra, dove la nuova variante del Coronavirus è stata rintracciata. Le autorità sanitarie britanniche hanno comunicato all'Organizzazione mondiale della Sanità che al momento non è ancora stato stabilito se la variante sia anche più letale della prima versione. 

Nuova variante Covid. Esperti: "Un rischio per i vaccini c'è"

Covid Italia, il bollettino del 19 dicembre

BoJo ha quindi convocato una conferenza stampa dove ha di fatto cancellato l'allentamento promesso dal suo governo nei giorni scorsi, mettendo parte del Paese in allerta 4: un Natale chiuso in casa senza ospiti, solo membri del nucleo famigliare nella capitale e nel sud-est del Paese. Mentre per il resto dell'Inghilterra le riunioni a casa sono limitate a due famiglie.

"Con il cuore pesante devo annunciare che non possiamo avere il Natale che avevamo programmato", ha detto il premier britannico in conferenza stampa. Confermando: "Sembra che il virus circoli più velocemente a causa di una nuova variante, non ci sono prove di una maggiore letalità ma sembra che si propaghi più velocemente. È tutto quello che sappiamo, ma dobbiamo agire adesso".

"Saranno restrizioni simili a quelle adottate a novembre", ha sottolineato Johnson spiegando che le avranno una durata di due settimane, e saranno riviste il 30 dicembre. Quanto alla nuova variante del Covid che circola nel sud dell'Inghilterra, Johnson ha avvertito che, sebbene la nuova variante del virus si concentri nelle zone rosse, è tuttavia presente in tutto il Paese. "Tutti devono rimanere nella propria zona e considerare con attenzione l'opportunità di viaggiare all'estero", ha spiegato BoJo. A chi si trova in allerta 4 non è consentito recarsi all'estero, se non in circostanze eccezionali. Infine il premier britannico ha aggiunto: "Nulla al momento indica che il vaccino sarà meno efficace".

L'annuncio del nuovo ceppo del virus fatto da Chris Whitty, a capo dell'autorità sanitaria in Inghilterra, scrive la Bbc, è arrivato poco prima della conferenza stampa in cui il premier britannico annunciava il nuovo livello di allerta, il 'Tier 4', che prevede lo 'Stay at home' nel corso delle festività.

In una nota Whitty, Chief Medical Officer dell'Inghilterra, ha sottolineato. "Il New and Emerging Respiratory Virus Threat Advisory Group (NERVTAG) ritiene che questo nuovo ceppo possa diffondersi più rapidamente". La nota prosegue: "Al momento non ci sono prove che questo nuovo ceppo causi un tasso di mortalità più elevato o che influenzi i vaccini e le terapie, ma sono in corso lavori urgenti per confermarlo". cancella così l'allentamento promesso dal suo governo nei giorni scorsi. In precedenza mutazioni della SARS-CoV-2 erano già state osservate e segnalate in tutto il mondo. 

image

Johnson cambia strategia: "Nuova difesa"

Johnson ha spiegato il suo repentino cambio di strategia proprio attribuendolo alla nuova variante del virus scoperta in Inghilterra. "Siamo molto rammaricati e amareggiati, ma quando cambiano i fatti devi cambiare approccio", ha detto ai giornalisti che gli chiedevano il motivo dell'improvviso cambio di rotta dopo che tre giorni prima aveva dichiarato che sarebbe stato "disumano cancellare il Natale". Il premier ha sottolineato: "Non è possibile ignorare la velocità di trasmissione della nuova variante", aggiungendo: "Quando il virus cambia il suo metodo di attacco, dobbiamo cambiare il nostro metodo di difesa".

A Londra il 60% dei casi deriva dal nuovo ceppo 

A Londra il 60% dei casi di Coronavirus discende dal nuovo ceppo. Secondo alcuni studi la nuova variante era probabilmente presente a Londra o in Kent già a metà settembre: entro la metà di novembre circa il 28% dei casi a Londra derivava dalla nuova variante, aumentando poi a dicembre. Nel Regno Unito oggi si sono registrati 27.052 nuovi casi di Covid, mentre sono 534 i decessi.

Anche Scozia e Galles in lockdown

Anche la Scozia e il Galles sono preoccupati per il nuovo ceppo del virus, e corrono ai ripari. Il governo di Edimburgo ha revocato l'allentamento delle misure contro il coronavirus che erano state introdotte per il periodo delle feste, ma facendo l'eccezione per il giorno di Natale. La premier scozzese Nicola Sturgeon ha detto in conferenza stampa che un nuovo lockdown partirà dal 26 dicembre. Divieto di viaggi nel resto del Regno Unito: anche il territorio del Galles torna in lockdown da oggi a mezzanotte.

Cos'è il Tier 4

Da domani a Londra e al Sud-Est dell'Inghilterra saranno in 'Tier four', con nuove restrizioni per limitare la circolazione del Covid, un blocco simile a quello già introdotto a novembre, ma più rigoroso: pla parola chiave è "Stay at home". La misura è prevista per due settimane ma ci sarà un riesame il 30 dicembre. 

Le principali limitazioni Tier 4: 

- I residenti devono rimanere a casa, a parte limitate esenzioni. 
- I servizi non essenziali di vendita al dettaglio, le palestre e le strutture per il tempo libero al coperto e i servizi di assistenza alla persona devono chiudere. 
- Le persone devono lavorare da casa se possono, a meno che ciò non sia possibile, ad esempio nei settori manifatturiero ed edile. 
- Le persone non devono entrare o uscire dalle aree di livello 4. 
- I residenti non devono pernottare lontano da casa. 
- In uno spazio pubblico all'aperto è possibile incontrare solo una persona di un'altra famiglia. 
- Il culto religioso collettivo può continuare ad essere praticato nel rispetto delle norme di sicurezza.