Roma, 31 dicembre 2020 - Australia e Nuova Zelanda sono tra i primi a salutare il 2020 ed entrare nel nuovo anno. Il 2021 inizia con i fuochi d'artificio, ma in questa notte, l'ultima di un anno segnato dell'epidemia di Coronavirus, i festeggiamenti non hanno proprio seguito la tradizione. A Sidney, infatti, in lockdown per un focolaio che da oltre una settimana vede i contagi in crescita, lo spettacolo pirotecnico nella baia non è mancato, ma senza spettatori. Solo chi abitava nelle vicinanze del porto ha potuto vedere lo spettacolo dal vivo, perchè, per contrastare la diffusione del Covid, ai cittadini è stato chiesto di restare a casa ed evitare spostamenti che potrebbero aumentare i contagi. Sui maxischermi è comparso anche un messaggio: "Stay Covid safe".

Covid, il bollettino dell'1 gennaio sul Coronavirus in Italia

Intanto fa il giro del mondo sui social il video del capodanno a Wuhan, epicentro della prima ondata del coronavirus. E che è riuscita a debellare completamente il Covid, tanto che per festeggiare l'anno nuovo migliaia di persone si sono riversate nelle strade per fare tutto ciò che si fa ad ogni capodanno: countdown, brindisi, luci e migliaia di palloncini che volano in aria. L'unica differenza rispetto ad una fine d'anno qualunque è che tutti indossano la mascherina. E sul web, dal resto del mondo, quasi tutto chiuso in casa, di fronte al video dei festeggiamenti rilanciato dai media internazionali, si alternano commenti di stupore, apprezzamento per la capacità di reazione al virus, ma anche molta rabbia. "Loro festeggiano e noi non possiamo uscire", è il commento più comune. 

Notte di San Silvestro in Italia: quando posso rientrare a casa dopo le 22

Buon 2021: frasi e immagini per auguri d'autore