Parigi, l'incendio a Notre Dame (foto Lapresse)
Parigi, l'incendio a Notre Dame (foto Lapresse)

Parigi, 16 aprile 2019 - A fuoco Notre Dame. Un incendio devastante ha divorato parte della cattedrale di Parigi dalle 18.30 di ieri (sotto le immagini in diretta). Collassati il tetto, con la volta e la guglia, in fiamme anche una delle due torri quadrangolari. L'intera struttura è stata a lungo a rischio crollo, ma secondo i pompieri quel che resta della cattedrale (la struttura principale) sarebbe a questo punto "in salvo". I vigili del fuoco con gru e idranti hanno lottato per salvaguardare il più possibile il capolavoro dell'arte gotica, simbolo della città, attaccato dalle fiamme. La capitale francese è sotto choc. "Brucia una parte di noi", le parole del presidente Macron. 

Ultime notizie

L'incendio potrebbe essere collegato ai lavori di ristrutturazione che erano in corso all'interno. E' questa la prima idea che si sono fatti i pompieri (400 le unità mobilitate). Secondo le prime informazioni raccolte, sembra che le fiamme siano partite proprio da un'impalcatura nel solaio. Ma non ci sono ancora notizie certe sulle cause. La Procura di Parigi ha aperto un fascicolo per "distruzione involontaria a mezzo di incendio". Un vigile del fuoco è rimasto gravemente ferito.

Il crollo della guglia di Notre Dame: il video

image

Parigi in lacrime

Impressionanti le foto e i video che arrivavano via social e che mostravano un'alta e densa colonna di fumo salire dalla sommità della chiesa e poi il crollo della guglia, alta 45 metri, collocata nella parte posteriore. Al di là della Senna, schiere di parigini, turisti e fedeli cattolici assistevano alla distruzione in diretta della cattedrale, che cade proprio all'inizio della settimana Santa. Molti sono in lacrime, acluni cantabano e altri pregavano.  

"BRUCIA TUTTO" - Notre Dame è stata immediatamente evacuata insieme a tutta l'Ile-de-la Cité, mentre il traffico è stato deviato: non è chiaro se ci siano persone coinvolte. La polizia ha messo in atto "un dispositivo eccezionale per neutralizzare questo violento incendio", ha scritto in un tweet il ministro dell'Interno, Christophe Castaner. Ma invano. Il portavoce di Notre Dame, Andre Finot, non lasciava speranze: "Sta bruciando tutto e non rimarrà nulla della struttura in legno", la più antica, risalente al Trecento.

image

Macron annulla il discorso alla nazione

Di "incendio terribile" parlava il sindaco di Parigi, Anne Hidalgo, che su Twitter invitava tutti a "rispettare il perimetro di sicurezza". Il presidente francese Emmanuel Macron ha rinviato il suo discorso alla nazione, previsto per ieri sera dopo l'ondata di proteste dei gilet gialli, e si è recato sul posto. "Vorrei dedicare il mio pensiero a tutti i francesi. Perchè Notre Dame è la nostra storia, la nostra letteratura. E la nostra storia sta bruciando. E' un luogo nel quale abbiamo vissuto momenti duri, ma anche momenti di vittoria. E' l'epicentro della cultura francese". Ha detto il presidente nel suo discorso fatto a braccio di fronte alla cattedrale ancora in fiamme, promettendo: "La cattedrale sarà ricostruita". Si susseguite poi le dichiarazioni di solidarietà dei leader Ue, e in serata anche il premier italiano Giuseppe Conte ha voluto far sentire la suo vicinanza al popolo francese: "Un colpo al cuore per i Francesi e per tutti noi Europei". La Santa Sede ha accolto "con shock e tristezza" la notizia del rogo, e ha invocato la preghiera "per i pompieri e quanti stanno facendo il possibile per far fronte a questa drammatica situazione".

Site: esultano i jihadisti per l'incendio

Secondo quanto riferisce Site sul suo profilo twitter, i jihadisti hanno esultato sul web alle immagini del rogo che stava devastando la catttedrale. Sono numerosi i profili collegati ad account di islamisti dai quali vengono condivise tutt'ora foto dei media che mostrano le fiamme e il fumo che si alzava dalla struttua, immagini accompagnate da commenti in cui si esprime gioia per la tragedia che ha colpito la capitale francese.

Live tv, diretta video

La Fenice di Venezia e gli altri, i casi italiani

Diario de Noticias, Portogallo

La cattedrale, simbolo di Parigi nel mondo

Nostra Signora di Parigi conosciuta da tutti come Notre Dame sorge nella parte orientale dell'Île de la Cité, sulla Senna, nel cuore della capitale. La costruzione è cominciata nel XII secolo proprio il tetto, già crollato, è una delle parti più antiche con una struttura in legno che dal Trecento si era conservata fino ai giorni nostri. La cattedrale di Parigi fu danneggiata durante la Rivoluzione francese, ma mai incendiata. Patrimonio dell'Unesco, è uno degli esempi di gotico più famosi al mondo: simbolo di Parigi insieme alla Torre Eiffel e riferimento per i cattolici del globo, è meta di pellegrinaggi da tutto il mondo.

false

E' la chiesa più visitata di Europa con 12 milioni di visitatori l'anno. 

SUBITO UNA DONAZIONE - Il miliardario francese Francois Pinault ha reso noto con un comunicato che donerà 100 milioni di euro per la ricostruzione di Notre Dame. Pinault, marito dell'attrice Salma Hayek, è il fondatore di Kering, il gigante del lusso che controlla Gucci e Balenciaga.