Banksy (dall'account Instagram dell'artista)
Banksy (dall'account Instagram dell'artista)

Bristol, 11 dicembre 2020 - Banksy ha colpito ancora con un nuovo murales: una vecchietta raffreddata che perde la sua dentiera a causa di uno starnuto troppo forte. Un'altra opera d'arte e di arte di strada dedicata al mondo al tempo del Covid, con un riferimento ironico ai problemi sociali che la pandemia amplifica. Il graffito del più noto street artist del mondo si intitola `Aachoo!!' (versione inglese del suono di un gran starnuto) ed è apparso sul muro laterale color verdino di una casa della periferia della sua città natia, Bristol. Precisamente si trova a Totterdown, un sobborgo nella periferia della città inglese, in Vale Street, la strada nota per essere la più ripida in Inghilterra. 

I primi a notarlo sono stati i residenti che si sono radunati, attirati da quel murales che sembrava fosse proprio uno di quelli del misterioso artista. Questa volta la paternità dell'opera non ha tardato ad arrivare. Banksy ha postato la foto dello starnuto sul suo profilo Instagram scrivendo nella discalia un semplice 'Aachoo!!', il titolo appunto. 

Come spesso accade, anche questa volta l'artista ha giocato con gli elementi architettonici, prospettive e con la simbologia. La signora raffigurata ha in testa il foulard, una gonna scura e un giaccone color tabacco. E' piegata su se stessa per la potenza del suo starnuto tanto da perdere la borsetta e il bastone mentre dalla bocca la sua dentiera prende il volo. Guardando il lavoro è difficile non pensare al Coronavirus e alle goccioline di droplets di cui abbiamo sentito tanto parlare nel corso di quest'anno e che qui diventano un colpo di spray. C'è un'altra particolarità. La genialità dell'opera si evince meglio se osservata da precise posizioni. Guardandola da lontano, inclinando la testa, posti frontalmente o al principio della salita della ripidissima Vale Street, si nota come anche le case attigue sembrano cedere alla gravità del sintomo della nonnina subendo uno spostamento.

Nel post pubbliato da Banksy c'è anche la foto di un uomo con un ombrello al contrario, che finge di essere investito dallo starnuto. Proprio su questa figura si concentrano ora le speculazioni di molti, che si chiedono chi sia e se non possa essere lo stesso Banksy che abbia voluto così finalmente rivelarsi. Un reporter di un quotidiano locale, il Bristol Live, ha raccontato che l'uomo si chiama Rob: una delle teorie più popolari è che Banksy sia Robin Gunningham, un uomo originario di Yate che ha frequentato la Bristol Cathedral Choir School. Che siano la stessa persona? Dell'artista si sa pochissimo al di là del luogo di nascita e delle tracce dell'impegno pubblico, sociale e pro immigrazione che ne caratterizza l'azione ma i dubbi e le congetture sulla sua identitità, invece, sono sempre tantissimi.

Intanto, come già accaduto, l'edificio, così decorato, è ora divenuto meta d'interesse e di curiosità. Potrebbe anche accrescere il valore della proprietà, messa in vendita di recente. Un ex inquilino, Fred Loosmore, falegname 28enne, ha intanto provveduto a cercare di proteggere il graffito con smalto acrilico trasparente. "È un'opera d'arte davvero graziosa. E anche significativa, no?", ha commentato ai giornalisti che lo interpellavano.