Il Cairo, 25 febbraio 2020 - E' morto Hosni Mubarak, ex presidente dell'Egitto. Aveva 91 anni, è stato leader del Paese nordafricano per quasi 30 anni, dal 14 ottobre 1981 fino all'11 febbraio 2011, quando fu costretto alle dimmissioni a seguito di una rivolta popolare. Durante la sua Presidenza è stato uno dei più influenti dell'area mediorientale. Grazie alla Costituzione del 1971, ha esercitato un forte controllo sul Paese.

La notizia è confermata dalla tv di stato e dalla famiglia. Già alle prime ore di oggi, sui social media, amici del figlio di Mubarak, Ala, hanno inviato alla famiglia messaggi di condoglianza per la morte dell'ex Raìs, come riferisce il quotidiano al Youm7. Lo stesso Ala aveva annunciato che suo padre "si trova nel reparto terapia intensive di uno degli ospedali del Cairo dove è stato ricoverato d'urgenza". 

Mubarak è stato nominato vicepresidente della Repubblica dopo una brillante carriera militare svolta nei ranghi dell'aeronautica egiziana, nella quale si distinse come generale durante la guerra del Kippur (1973). Assunse la Presidenza, quarto in Egitto, succedendo al Presidente Anwar al-Sadat, a seguito dell'assassinio di questi il 6 ottobre 1981.