Diego Armando Maradona (Ansa)
Diego Armando Maradona (Ansa)

Buenos Aires, 31 gennaio 2021 - "Il grassone sta per morire", sono le parole del medico di Diego Armando Maradona (Ma l'espressione in spagnolo è stata molto più forte, ndr), il dottor Leopoldo Luque, il 25 novembre scorso, giorno della morte del Pibe de Oro, in un audio su WhatsApp. Il medico personale di Maradona, sotto indagine con l'accusa di omicidio colposo, quella mattina si sarebbe scambiato messaggi audio con varie persone, tra cui Augustina Cosachov, la psichiatra di Diego, anche lei nel mirino degli investigatori.

La rivelazione è del portale argentino "Infobae", che li ha diffusi. Si scopre così che dopo le prime notizie apparse in tv, Luque avrebbe detto a qualcuno che gli chiedeva informazioni: "Pare che abbia avuto un arresto cardiorespiratorio e che stia per morire il grassone. Non ho idea di cosa abbia fatto. Ci sto andando". 

La psichiatra, in altri messaggi vocali, raccontava: "Ora è con i sanitari dell'ambulanza, lo stanno rianimando e lo intubano. Ma lo stavamo facendo da dieci, quindici minuti noi perchè l'ambulanza non arrivava. Siamo entrati nella stanza ed era molto freddo. Abbiamo iniziato a rianimarlo e lui si è ripreso un po' e, diciamo, ha recuperato un po' la temperatura corporea. Non ci dicono come è la situazione. Me ne sono andata e non mi hanno detto niente".

Luque rispondeva: "Così è. Abbiamo fatto quello che dovevamo, Agustina. La famiglia era a conoscenza di tutto. Sono pazienti così, molto difficili. Niente, ti chiedo solo che tu mi faccia sapere se vanno via, così io vado direttamente. Ovviamente, se sopravvive. Perchè la situazione è complicata". 

Luque, neurochirurgo, qualche settimana prima della morte di Maradona aveva operato Diego al cervello per un edema cerebrale. Le indagini condotte dalla Procura di San Isidro continuano e per il medico e psichiatra la posizione  potrebbe aggravarsi.

Dalma: "Ho vomitato. Sia fatta giustizia"

"Ho appena ascoltato l'audio tra Luque e la psichiatra e ho vomitato. L'unica cosa che chiedo a Dio è che sia fatta giustizia e che tutti coloro che devono pagare paghino". Dalma Maradona si sfoga sui social dopo la diffusione dei messaggi audio.

La cuoca: "Era stanco della gente che aveva intorno"

"Per me, si era stancato di tutto. Se vogliamo dire com'era, faceva dei miracoli. Ma per me era stanco. Voleva stare da solo, riposare e stare tranquillo. Ha detto basta, la gente intorno lo faceva diventare matto", è il pensiero di Romina Milagros Rodriguez, la cuoca che viveva con l'ex fuoriclasse. La Rodriguez ha tentato di rianimarlo quando ha avuto l'arresto cardiocircolatorio fatale. "Chi c'era sempre eravamo il personale della sicurezza, un suo nipote e io. Poi il segretario, e a volte veniva un fisioterapista. Mi indigna il fatto che tutti dicevano di essere amici di Diego. Parlano in tanti, ma nessuno è stato lì. Piangevano alla camera ardente, ma era tutto una bugia. Quando ha cominciato a venire Veronica Ojeda (ex compagna di Diego n.d.r.) - dice ancora la donna - portava loro figlio, Dieguito Fernando, e quando arrivava il bambino (7 anni n.d.r.) l'umore del padre cambiava. Giocavamo insieme andavano al patio, avevano un bellissimo rapporto".