Michael Collins (Ansa)
Michael Collins (Ansa)

Roma, 28 aprile 2021 - Era spesso soprannominato "l'astronauta dimenticato", ma resterà nella memoria di tutti come uno dei grandi che partecipò alla storica missione dell'Apollo 11. E' morto, a 90 anni, Michael Collins, uno dei primi uomini sulla Luna. Da tempo combatteva contro il cancro. Lo ha annunciato la famiglia, sottolineando che "ha sempre affrontato le sfide della vita con grazia e umiltà e ha affrontato gli ultimi giorni nello stesso modo".

A differenza dei compagni di viaggio e colleghi Neil Armstrong e Buzz Aldrin, Collins non camminò mai sulla Luna - e da qui il soprannome 'astronauta dimenticato' - ma nella storica missione del 1969 rimase ai comandi del modulo lunare, ruotando intorno a loro. "La cosa che ricordo di più - raccontò in seguito - è l'immagine del pianeta Terra da grande distanza: piccolo, molto luminoso, blu e bianco. Splendente, bello, sereno e fragile". Collins è il secondo astronauta dell'Apollo 11 che scompare: Armstrong è morto nel 2012, mentre Aldrin ha oggi 91 anni.

Il 22 aprile, in occasione della Giornata della Terra, aveva scritto sul suo profilo Twitter: "Sono certo che, se tutti potessero vedere la Terra fluttuare appena fuori dalle loro finestre, ogni giorno sarebbe la Giornata della Terra. Ci sono poche cose più fragili o più belle della Terra, lavoriamo insieme oggi e tutti i giorni per proteggere la nostra casa".