Miami, 24 giugno 2021 - Un boato impressionante e poi una nuvola di fumo che avvolgeva tutto. Un palazzo di 12 piani è parzialmente crollato (tutta la parte posteriore è collassata) nella notte a Miami. L'edificio sorgeva su Collins Avenue a Surfside nella zona di Miami Beach, riferiscono fonti dei soccorsi della contea di Miami-Dade citate dal Miami Herald. Sul posto sono intervenute decine di squadre di soccorso della contea e delle città circostanti. Si temono molte vittime. 

Il video choc del crollo

Il mistero sulle cause

"E' come se l'edificio fosse stato colpito da un missile", ha raccontato un superstite, mentre le tv americane mandano immagini da apocalisse e qualcuno ha paragonato le scene a quelle dell'11 settembre: la polvere causata dal crollo ha dilagato per diversi isolati, i pompieri che lavorano tra cumuli di detriti dicono di sentire lamenti.

image

Tutti i video del crollo

I soccorritori sono impegnati nell'opera di estrarre le persone rimase intrappolate nelle macerie. A complicare le operazioni un forte temporale che ha imposto uno stop alle ricerche. La Cnn nel pomeriggio diffonde il dato dei dispersi: sono 51 le persone di cui non si ha più notizia. Qualche ora più tardi il bilancio si aggrava: ci sono almeno tre morti e 99 dispersi. Sono 102 le persone ritrovate.

Diversi inquilini negli appartamenti sono stati raggiunti dall'esterno con le scale dei mezzi dei vigili del fuoco. Un bambino è stato estratto vivo dalle macerie (qui il video). Sono state estratte vive almeno 40 persone. Evacuati alcuni edifici circostanti tra cui un hotel.

(L'articolo prosegue sotto la mappa)

La polizia di Miami Beach ha riferito al quotidiano Miami Herald che il crollo è avvenuto alle 2 del mattino al numero 8777 di Collins Avenue, dove si trovano le Champlain Towers, un condominio di circa 100 appartamenti di fronte alla spiaggia. L'edificio è un isolato a nord dei confini della città di Miami Beach, nella località di Surfside, a sud di Bal Harbour, dove si trovano numerosi condomini e motel.

Tra i dispersi nel crollo del palazzo ci sarebbero 20 israeliani: lo rende noto il ministero degli Esteri israeliano sottolineando che a Surfside risiedono numerosi ebrei. Dal canto loro  i consolati locali di Argentina, Paraguay e Uruguay rendono noto che ci sono almeno 18 cittadini di tre Paesi dell'America Latina tra i dispersi nel crollo.

image

L'edificio era stato costruito nel 1981, al momento non sono ancora note la cause del disastro. Al momento non sono state neppure diffuse delle ipotesi. Dopo il collasso, una'immensa nuvola di polvere e detriti ha coperto tutto, strade e auto, fino a due isolati di distanza. Secondo la stampa locale l'edificio ospitava una cinquantina di persone, ma l'informazione non è stata confermata dalle forze di polizia. La Casa Bianca sta seguendo le operazioni, fa sapere una nota. Il governatore della Florida, Ron DeSantis, ha avvertito che "dobbiamo prepararci a cattive notizie, data la devastazione che stiamo vedendo"

I testimoni: "Sembrava il terremoto"

Uno degli abitanti del palazzo, scampato al crollo, ha raccontato ai media locali: "Con mia moglie stavamo dormendo. A un certo punto abbiamo sentito una grande esplosione. Sembrava il terremoto".