Meghan Markle e il principe Harry (Ansa)
Meghan Markle e il principe Harry (Ansa)

Londra, 18 giugno 2019 - "Uccidete il principe Harry". L'invito - motivato dal fatto che è un "traditore della sua razza" avendo sposato Meghan Markle, donna "di sangue misto" - ha portato due giovani inglesi dritti in carcere, dove scontano una pena rispettivamente a quattro anni e a 18 mesi di carcere.
Ma i messaggi sul web in cui inneggiano all'odio razziale contro Harry non sono l'unico motivo della condanna. Michal Szewczuk, 19enne di Leeds, e Dunn-Koczorowski, 18enne di Londra, entrambi di famiglie di origini polacche, si proclamavano nazisti, esaltavano lo stragista nazista norvegese Anders Breivik e incoraggiavano a linciare uomini e donne bianchi che sposino o abbiano rapporti con altre razze. Inoltre i due giovani nazisti avevano anche diffuso online istruzioni su come fabbricare ordigni.

A condannarli è stato il tribunale dell'Old Bailey di Londra. Davanti ai giudici i due si erano dichiarati colpevoli lo scorso aprile, di incoraggiamento al terrorismo, ma la sentenza è stata emessa oggi.
Nel suo blog, Szewczuk inneggiava anche allo stupro, e aveva postato diversi i messaggi che inneggiavano a Hitler. Il loro processo era stato avviato oltre un anno fa su denuncia della Bbc, che aveva pubblicamente denunciato la loro attività in un programma investigativo. I due facevano parte di un gruppo di attivisti neonazisti e suprematisti bianchi denominato Sonnenkrieg Division. Durante l'udienza, la pm Naomi Parsons, ha dichiarato: "Questa non è un'organizzazione di blogger. È incitazione all'azione".