Londra, 12 gennaio 2020 - "Ho tenuto il mio braccio attorno a mio fratello per tutta la vita, adesso non posso più farlo, siamo entità separate". In tutta la bufera reale creata da Meghan e Harry (la 'Megxit') che da giorni monopolizza la stampa britannica e non solo - l'aspetto forse più triste è la reazione del principe William. Il fratello maggiore, quello che diventerà re, ora in un certo senso si sente abbandonato, figlio unico.
William ha confidato il suo strazio - prontamente intercettato dal Sunday Times - a un amico. Uno sfogo comprensibile, nel caos della famiglia reale, da parte di un giovane che vede il suo compagno di sempre che si vuole 'emancipare' dalla famiglia.

FOCUS /  "Diritti del marchio reale a rischio"

Il vertice convocato da Elisabetta II

Sul fronte della cronaca, tiene banco il faccia a faccia di domani tra i principali protagonisti: Harry e la regina Elisabetta II, ma anche William e il padre Carlo, con Meghan in videoconferenza.
Per affrontare la crisi scaturita dall'annuncio choc dei duchi di Sussex, Harry e Meghan, di rinunciare al titolo, la famiglia reale britannica cerca di fare quadrato. Il Daily Telegraph la mette così: sarà la prima volta che Harry incontra la regina e i due più diretti eredi al trono, i principi Carlo e William, da quando la coppia ha fatto il suo annuncio. La duchessa Meghan, che è volata in Canada giovedì, dovrebbe partecipare via telefono. Fonti di Buckingham Palace hanno fatto sapere che sarà presentata una serie di proposte scritte messe a punto nei giorni scorsi da un team di collaboratori per decidere come uscire dall'impasse.

image
Tutti gli impegni rinviati, ovviamente: il principe Carlo ha ridotto la sua permanenza in Scozia ed è rientrato precipitosamente a Sandringham. dove la regina rimane dopo le feste natalizie fino al 6 febbraio, giorno dell'anniversario della morte del padre, re Giorgio VI.
"La famiglia si riunirà lunedì a Sandringham per affrontare la crisi. La regina, il principe del Galles, il duca di Cambridge e il duca di Sussex si incontreranno per la prima volta. C'è una serie di possibilità che la famiglia valuterà per fare fronte alla richiesta dei duchi di Sussex", spiega una fonte di palazzo. "Ovviamente non sarà facile - aggiunge la fonte - Fare un cambiamento al tipo di vita e di ruolo nella monarchia dei duchi del Sussex richiede discussioni complesse e approfondite. L'obiettivo è trovare una soluzione in termini di giorni, non settimane".
Il tentativo è di delineare uno schema che possa valere anche per le future generazioni dei reali, compresa la principessa Charlotte e il principe Louis, figli di William e Kate. "Si studia una soluzione rapida e chiara per il bene di tutti", fanno sapere dala corte. Secondo le fonti, Harry che ha una serie di impegni a Londra nelle prossime settimane, li dovrebbe confermare, scongiurando il rischio che ritorni in Canada rapidamente per non fare più ritorno a Londra. 


image
 

I tabloid contro Harry e Meghan

L'ultimo attacco, velenosissimo, è di stamattina sul 'Daily Mail': "Meghan era in missione per mettersi il principe in tasca e governare il mondo", titola il giornale. Non c'è nulla da fare: Meghan, dopo una brevissima luna di miele iniziale, non piace proprio ai tabloid britannici, che hanno ingaggiato una guerra senza fine almeno da 4 anni. Da "sfacciata divorziata" a ragazza dal "tocco volgare", sono moltissimi gli epiteti non proprio carini riservati all'ex attrice californiana, figlia di padre bianco e madre nera, che in più è pure divorziata.

E spudorata, anche: fu Meghan, rompendo ogni protocollo, a rivelare che tra lei e Harry c'era più di un'amicizia:  "Siamo due persone molto felici e innamorate", osò confidare nel 2017 a Vanity Fair. Da allora è attacco continuo: il Daily Mail aveva addirittura pubblicato una storia dai contenuti razzisti in cui sottolineva come la famiglia di Meghan fosse passata in un colpo dalle "origini di schiavi a quelle regali".

E da allora gli 'strappi' di Meghan non si contano: alle nozze c'era stato il sermone di un vescovo afroamericano e un coro gospel, tanto per dirne una. E - cosa inaudita - mancava il padre di Meghan, sostituito nel ruolo dal principe Carlo. L'annuncio dell'arrivo del primo figlio non aveva addolcito i giornali: Meghan era finita nel mirino per aver mostrato con orgoglio il pancione e aver preso un aereo a gravidanza ormai quasi ultimata. E ancora: la decisione di traslocare lontani da William e Kate, dividendo così il fab four reale, aveva attirato su Meghan la definizione di "diva bizzosa".

Per non parlare delle critiche sulle spese: mani bucate su tutto, Meghan e Harry, dagli arredi nella nuova casa (tre milioni) agli abiti della duchessa. E così Meghan è diventata"Megxit". Se Winston Churchill una volta disse "Abbiamo sempre trovato gli irlandesi un po' strani. Si rifiutano di essere inglesi", con un'americana di sangue afro la distanza è apparsa ancora più incolmabile. La beffa, per loro, è che dopo averla vista uscire dalla porta principale, potrebbero ritrovarsela nelle case: tra i progetti per Meghan ci sarebbero apparizioni televisive o cinematografiche. Per lei un ritorno al passato, per gli inglesi un incubo.