Gli sposi: la principessa Eugenie di York e Jack Brooksbank (Ansa)
Gli sposi: la principessa Eugenie di York e Jack Brooksbank (Ansa)

Londra, 12 ottobre 2018 - Non saranno le nozze del secolo che hanno visto il 'sì' di Meghan Markle e Harry, ma pur sempre nozze reali sono, e i sudditi britannici vanno in visibilio. Così, per il matrimonio tra Eugenie Victoria Helena di York - secondogenita del principe Andrea e di Sarah Ferguson oltre che nipote fra le più vicine alla regina Elisabetta - e Jack Brooksbank, manager di un'azienda di liquori, ospiti e curiosi si sono radunati in una Windsor blindata, da grandi occasioni. La mattinata è frizzantina, col sole ma sferzata da un vento dispettoso che attenta all'equilibrio degli immancabili cappellini delle ospiti e sferza impietoso le capigliature fresche di parrucchiere. S'impongono sorrisi, in questi casi, che a volte escono un po' forzati.

KATE_34270246_143211

Teatro della cerimonia religiosa è la cappella di St. George: la stessa in cui a maggio si sono sposati Harry e Meghan. Tra gli invitati vip, con Elisabetta II e la famiglia reale, figurano Robbie Williams, Cara Delevingne, i coniugi Clooney, i Beckham, Cindy Crawford, Demi Moore e molti altri. Previsto pure - come si usa in questi casi - un banchetto parallelo per 1200 sudditi 'comuni'. 

FOTO / Le pagelle dei look. La sposa e l'orgoglio della cicatrice - di EVA DESIDERIO

L'arrivo della famiglia reale e degli ospiti è seguito in diretta su YouTube mentre su Twitter impazzano le segnalazioni. Ecco ad esempio l'arrivo dei paggetti:

Fra i testimoni, la sorella della sposa, Beatrice, mentre gli adorati principini George e Charlotte, figli di William e Kate, sono stati scelti come 'paggetti Vip'.
Anche lo sposo, a suo modo, brilla di luce propria: è infatti 'Brand Ambassador' per la Gran Bretagna della tequila di George Clooney. Lui ha 32 anni, la sposa 27, e la loro storia d'amore dura ormai da 7 anni.

image

Per l'occasione la Royal Family ha postato su twitter una serie di foto degli innamorati fin da piccoli:

La sposa avanza verso l'altare con il padre Andrea

Lo scambio degli anelli

Il momento in cui gli sposi vengono dichiarati "marito e moglie"

Dopo il sì Andrea Bocelli, accompagnato dalla Royal Philharmonic Orchestra, intona l'Ave Maria.

L'ABITO DA SPOSA - C'è anche un po' di Italia nell'abito da sposa della principessa Eugenia di York: la stoffa dell'abito con cui è salita all'altare, che ha un disegno con motivi e simboli cari alla principessa, è stato tessuto in una seteria sul lago di Como. L'abito è stato disegnato da Peter Pilotto e Christopher De Vos, che vestono da anni la principessa: presenta una scollatura che si piega intorno alle spalle ed è ispirato "da abiti nuziali di altri componenti della Famiglia Reale".

LA TIARA - A completare il tutto, una preziosa tiara ricevuta dalla regina decorata da uno smeraldo davvero gigantesco, ma senza velo. Il gioiello è  davvero notevole: la wedding Greville Emerald tiara, realizzata da Boucheron nel 1921. La particolarità è la pietra: uno smeraldo al centro enorme: 93,70 carati. In origine la tiara apparteneva a Dame Margaret Greville e fu lasciata alla regina Elisabetta II nel 1942.

NOZZE A CONFRONTO - Inevitabile il paragone con il matrimonio di Harry e Meghan (GUARDA TUTTE LE FOTO), solo qualche mese fa. Per molti versi le due cerimonie sono sorprendentemente simili: Harry aveva 800 ospiti, Eugenia 850. Harry ha invitato mille cittadini comuni, estratti a sorte, Eugenia 1.200. Tutti e quattro dopo la cerimonia hanno fatto una passeggiata in carrozza per le vie di Windsor. Harry e Meghan hanno avuto un meteo stupendo, Eugenia e Jack pure (se non fosse per le folate di vento particolarmente dispettose).
Ma ci sono anche differenze: la grande folla che ha salutato festante Harry e Meghan si è ridotta notevolmente per Eugenie e Jack, molto meno popolari. Addirittura un gruppo anti-monarchico ha lanciato una petizione - con 20 mila firme - per chiedere che la famiglia reale pagasse il costo della sicurezza della cerimonia (due milioni di sterline).
I maligni sostengono che la famiglia York soffra di complesso d'inferiorità: pare che Andrea non abbia mai superato il fatto di essere stato lasciato fuori dalla foto di gruppo sul balcone di Buckingham Palace per i sessant'anni del regno di Elisabetta. I pettegoli dicono che Eugenia e i suoi genitori hanno chiesto un matrimonio in grande stile, a costo di rinviare le nozze a dopo quelle di Harry e Meghan.