Houston, 2 marzo 2021 - Non smettono di stupire le immagini inviate da Marte sulla Terra dal rover Perseverance della missione Nasa "Mars 2020". Il robottino, avanguardia dell'esplorazione umana sul Pianeta Rosso, ha ripreso un nuovo straordinario panorama a 360 gradi e in alta definizione. 

La particolare ripresa è stata effettuata grazie alle 2 videocamere del sistema Mastcam-Z, situate a bordo dell'esploratore Perseverance, che permettono di ottenere un'immagine panoramica HD dalla composizione di 142 singole immagini scattate nel Sol 3, il terzo giorno marziano della missione, atterrata su Marte il 18 gennaio 2021.

Le immagini arrivano dal cratere Jezero, un antico lago prosciugato. Grazie al sistema Mastcam-Z a doppia fotocamera la Nasa può ingrandire, mettere a fuoco e acquisire video ad alta definizione, a colori e in 3D, la superficie marziana. 

Il compito del rover è fornire un esame dettagliato di oggetti vicini e distanti. Gli scienziati americani potranno così valutare la storia geologica e le condizioni atmosferiche del cratere marziano, inoltre le immagini HD possono aiutare a identificare rocce e sedimenti per poi effettuare approfondimenti con altri strumenti del rover. Infine le telecamere aiutano Perseverance a scegliere quali rocce campionare e raccogliere per spedirle sulla Terra, con le missioni del programma Mars sample return.

Cina, 3 nomi per il rover che andrà su Marte

La Cina ha ristretto a tre la rosa di nomi per il primo rover che Pechino prossimamente farà scendere sulla superficie di Marte. Dopo un sondaggio web dai 10 iniziali restano "Zhurong", un dio del fuoco nell'antica mitologia cinese, il favorito, seguito da "Nezha", un'altra amata figura mitologica, e "Hongyi", che in cinese significa avere una mente ampia e forte. 

Ora anche un gruppo di esperti darà il suo voto per scegliere i candidati finali, che sommata a quella di internet deciderà il nome del rover. Il 23 luglio 2020 la Cina ha lanciato la navicella Tianwen-1, composta da un modulo orbitante, uno di atterraggio e da un rover. Dal 24 febbraio è entrata in un'orbita di parcheggio intorno a Marte, e si appresta a far scendere il robottino esploratore, ma non prima di avergli dato un nome.