Margaret Nolan (Archivio)
Margaret Nolan (Archivio)

Roma, 12 ottobre 2020 - Modella, attrice e poi anche artista visuale. Margaret Nolan, la donna ricoperta d'oro nell'iconica sequenza dei titoli del film "Agente 007 - Missione Goldfinger" del 1964, è morta all'età di 76 anni. Era lei infatti, e non Shirley Eaton, la protagonista della sequenza di apertura del film, la prima nel suo genere a essere mostrata in un'installazione al MoMa di New York. A dare notizia della scomparsa è il regista Edgar Wright, che ha lavorato con Margaret l'anno scorso nel suo film "Last Night in Soho" (uscirà nel 2021). "È mio triste dovere segnalare che la magnifica Margaret Nolan, attrice e artista, è morta - ha scritto su Twitter - E' stata al centro di tutto ciò che era cool negli anni '60, essendo apparsa in un film dei Beatles, diventata modella iconica nelle pellicole di James Bond e facendo anche parte del cast dei film della serie Carry On".  

Chi era Margaret Nolan

Margaret era nata a Norton Radstock, in Inghilterra, nel 1943, da madre inglese e padre irlandese, ed è stata sposata con il drammaturgo Tom Kempinski nel 1967, per poi divorziare nel 1972. Aveva due figli.

La carriera

Nolan iniziò la carriera come modella, prima di ottenere ruoli in programmi televisivi, produzioni teatrali e film. Tra le pellicole interpretate "Tre camere a Manhattan" (1965), "Carry On Cowboy" (1965), "Spogliarello per una vedova" (1966), "La rapina più scassata del secolo" (1966), "Non alzare il ponte, abbassa il fiume" (1968), "Niente sesso, siamo inglesi" (1973). Apparve anche nel film musicale "A Hard Day's Night" (1964), interpretato dai Beatles, dove Nolan era la ragazza del Casinò. Diradando le sue apparizioni sul piccolo e grande schermo dagli anni '80, Nolan divenne un'artista visuale, producendo fotomontaggi, a tratti grotteschi, assemblando ritagli delle sue prime fotografie pubblicitarie. Questi pezzi erano per lei "un dialogo unico e personale intrinsecamente correlato alla visione di una donna e al modo in cui una donna viene vista". Ha esposto a Londra in luoghi come la Brick Lane Gallery (2009), The Misty Moon Gallery (2013) e Gallery Different (2013).

Il film Goldfinger

Per la sua avvenente bellezza, Margaret fu scelta per il ruolo di Dink, la massaggiatrice dell'agente segreto James Bond, interpretato da Sean Connery, in "Missione Goldfinger". Fu poi fotografata per un'edizione delle "James Bond's Girls" destinata alla rivista "Playboy" nel 1965. Nella sequenza d'apertura del titolo, viene dipinta d'oro. È suo il volto e il corpo per la copertina del film e per i manifesti pubblicitari e non quello di Shirley Eaton, che nel film viene effettivamente ricoperta d'oro. La sequenza è ad oggi una delle più discusse e importanti della storia del cinema e della filmografia di James Bond.