Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
19 mag 2022

Laser Zadira, l'ultima arma dei russi. Zelensky lo irride (ma ha paura)

Il presidente ucraino ha criticato Mosca perché "ha sparato troppi missili", ma la nuova tecnologia potrebbe cambiare le carte in tavola

19 mag 2022

Roma, 19 maggio 2022 - Il sistema laser Zadira, nuova micidiale arma dei russi in Ucraina, non ha lasciato indifferenti le autorità di Kiev. Il presidente ucraino Vladimir Zelensky ha colto l'occasione per criticare l'esercito russo, che ha sparato troppi missili in Ucraina, e ora, per risparmiare, ricorre ai laser. Zelensky ha attaccato Mosca e la sua guerra fallimentare: "Nella propaganda nazista c'era l'espressione 'wunderwaffe', l'arma delle meraviglie. Ma più diventava chiaro che non avevano chance di vincere la guerra, e più cresceva la propaganda sull'arma delle meraviglie, capace di cambiare le sorti della guerra...". Concludendo: "Tutto ciò indica il completo fallimento dell'invasione". 

Missili Himars: cosa sono e perché possono fare la differenza per l'Ucraina

Missili Harpoon all'Ucraina per colpire le navi russe: perché può essere la svolta

Carri armati Terminator 2, l'ultima carta dei russi in Donbass: cosa possono fare

Un laser russo montato su un camion militare
Un laser russo montato su un camion militare

L'arma laser Zadira. Così i russi abbattono i droni ucraini

Ma i suoi generali non sottovalutano la wunderwaffe di Putin, derivata dal Pereset, una delle sei nuove armi strategiche che lo zar aveva presentato nel 2018 all'Assemblea federale russa. Secondo quanto affermato dal vice primo ministro Yuri Borisov, il complesso laser "Zadira" è in grado di colpire fisicamente bersagli a una distanza massima di 5 km, incenerendoli "in 5 secondi". Un sito specializzato sostiene che Zadira sia anche più potente di Pereset, sebbene quest'ultimo dovrebbe colpire fino a una distanza di 1500 km, ma il segreto militare aleggia su entrambi.  

"I nostri fisici hanno sviluppato sistemi laser molto potenti, che possono incenerire vari obiettivi, e li stanno costruendo, pronti per una produzione di massa", ha detto ieri Borisov, senza nascondere il vantaggio economico di dover lanciare un minor numero di costosi missili del tipo "Tor" e "Pantsir". 

Ma è proprio sul risparmio di missili che Zelensky, nel suo consueto comunicato notturno, ha attaccato Mosca: "Un rappresentante russo ha detto che gli occupanti stanno usando armi laser, apparentemente per risparmiare missili. Primo, va notato che abbiano bisogno di risparmiare missili... hanno lanciato oltre 2000 missili contro l'Ucraina, che era la gran parte del loro arsenale. Ora hanno solo rimasugli. Secondo, tutti hanno già visto la Russia in guerra: militari di leva senza esperienza, lanciati in battaglia come carne da cannone. Predoni che vedono per la prima volta normali elettrodomestici in un paese straniero. Blindati sovietici senza protezioni moderne. Bombe al fosforo proibite, che usano per bruciare scuole e case. E missili, la maggior parte dei quali usati per distruggere infrastrutture civili senza alcun vantaggio strategico militare".

I timori di Biden: no a Kiev per sistema missili a lunga gittata 

 Droni Switchblade e Phoenix Ghost

"I carri armati russi hanno un difetto di progettazione"

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?