Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
3 mag 2022

La minaccia del super missile russo. "Non saremmo in grado di fermarlo"

Gli analisti e il Sarmat. "Lo scudo europeo è troppo vecchio, ma anche noi abbiamo armi atomiche come deterrente"

3 mag 2022
beppe boni
Esteri
featured image
Il video propagandistico delle tv di Stato russe sulla potenza del missile Sarmat
featured image
Il video propagandistico delle tv di Stato russe sulla potenza del missile Sarmat

Roma, 3 maggio 2022 - Il risiko ucraino si gioca ancora tutto sul terreno fra armi tradizionali e tecnologia bellica innovativa, come i droni kamikaze e le spie satellitari forniti all’esercito di Kiev da britannici e americani. Eppure tiene banco il ping pong delle dichiarazioni e delle minacce, in parte giocate di sponda e in parte dirette, sul pericolo nucleare. La Russia, soprattutto affidandosi alle parole del ministro degli Esteri con la faccia da mastino e gli occhialini da intellettuale, Sergej Viktorovič Lavrov, un giorno si e uno no spaventa l’Europa evocando il super missile ipersonico Sarmat a testata nucleare, già testato in Kamchatka su 5mila chilometri, ma capace di arrivare a 18mila. Mariupol, assalto all'acciaieria. "Scomparsi 11 bus pieni di civili" Draghi all'Europarlamento: Ucraina subito in Ue Kiev: Ungheria informata in anticipo dell'invasione In Ucraina si spara e si muore, in Europa il braccio di ferro Russia Nato si fa mostrando muscoli attraverso le dichiarazioni di possibili futuri scenari devastanti. Il missile che ha fatto alzare l’allarme Nato e non fa dormire i generali (e noi tutti) è un bestione di 208 tonnellate, capace di volare a 24mila chilometri l’ora con 178 tonnellate di carburante che può portare una testata atomica, anche multipla, del peso di quasi dieci tonnellate. L’Orso russo ha affidato alla tv di Stato l’illustrazione di cosa può combinare Sarmat: in 106 secondi può colpire Berlino, in 200 secondi può spazzare via Parigi e più o meno nello stesso tempo devastare Londra. Nell’equilibrio fra le grandi potenze è uno scenario improbabile perché se gli Stati Uniti spingono il bottone fatale la stessa cosa può accadere a Mosca e dintorni. Ma nel Monopoli bellico l’Europa come può difendersi? Il generale Leonardo Tricarico, pilota con 3mila ore di volo, già comandante della Quinta Forza aerea tattica Nato e ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?