Washington, 19 novembre 2021 - Kyle Rittenhouse fece fuoco per legittima difesa. Il 18enne che l'anno scorso uccise due manifestanti antirazzisti di Black Lives Matter a una manifestazione, è stato dichiarato non colpevole di tutte le accuse nel processo che lo vede imputato a Kenosha, nel Wisconsin. La Guardia Nazionale è stata inviata in città per il timore di proteste per il verdetto

Kyle Rittenhouse ha sempre sostenutodi aver sparato perchè temeva per la sua vita. Al contrario l'accusa portava avanti l'ipotesi che l'allora 17enne voleva creare problemi a Kenosha. alla marcia di protesta per il ferimento dell'afroamericano Jacob Blake. Rittenhouse era arrivato dall'Illinois quel 25 agosto 2020 armato di un fucile d'assalto per partecipare a ronde per proteggere alcune proprietà dal rischio di vandalismo. Nella tensione creatasi, il giovane fece fuoco uccidendo due persone e ferendone una terza.

Rittenhouse era quindi stato incriminato con cinque capi di accusa, tra cui omicidio premeditato, con il rischio dell'ergastolo.  Ma una giuria di 12 persone, sette donne e cinque uomini, lo ha assolto dopo tre giorni di ritiro.

Subito dopo la lettura del verdetto di assoluzione i forum delle chat di estrema destra sono esplosi, con messaggi di congratulazioni a Kyle, scrive il Washington Post.  "NON COLPEVOLE!!!", ha scritto l'organizzazione Proud Boys sul proprio canale Telegram. Tanti i meme che mostrano il 18enne Kyle Rittenhouse come un eroe.  

"Rispetto ciò che la giuria ha concluso. Il sistema giudiziario funziona e dobbiamo rispettarlo", sono state le parole del presidente Joe Biden. Mentre il governatore del Wisconsin, il democratico Tony Evers, ha lanciato un appello alla calma. "Questo caso che riporta sotto i riflettori nazionali la comunità di Kenosha e il nostro Stato ha indubbiamente riaperto ferite che non sono ancora completamente guarite", e ha aggiunto nel comunicato: "Dobbiamo avere pace a Kenosha e nelle nostre comunità, e qualsiasi iniziativa o azione volta a seminare divisione non è benvenuta nel nostro Stato perchè ostacolerà solo quella guarigione".