Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
19 apr 2022

Kabul, esplosioni vicino a scuole: almeno 25 morti e decine di feriti

Le detonazioni sono avvenute in un quartiere sciita nella parte occidentale della capitale afghana

19 apr 2022

Roma, 19 aprile 2022 - Torna la paura a Kabul, dove questa mattina ci sono state tre esplosioni vicino alcune scuole nella zona occidentale. La notizia, riportata da Aamak News e diverse fonti locali, è stata poi confermata dalla polizia. Ci sarebbero almeno 25 vittime e decine di feriti. Gli istituti sono in un quartiere sciita della capitale afghana, abitata dalla comunità Hazara. Gli hazara sono un gruppo etnico che una volta era il più grande in Afghanistan, ma a causa delle continue persecuzioni e della migrazione forzata oggi sono molto meno. Storicamente i motivi, almeno in parte, sono religiosi: gli hazara sono prevalentemente sciiti, mentra la maggioranza in Afghanistan è sunnita. 

Il maggior numero di vittime si è registrato dopo due esplosioni consecutive alla scuola superiore Abdul Rahim Shahid. L'ong Emergency ha postato un aggiornamento su Twitter, in cui riferiscono di aver ricevuto fino ad allora "10 feriti nelle due esplosioni nei pressi di due scuole" nel suo ospedale, "tutti tra i 16 e i 19 anni. Un'altra vittima era morta all'arrivo", precisa il tweet.

“Si tratta dell’ultimo episodio di una sequenza di esplosioni avvenute nel mese di aprile durante il quale abbiamo ricevuto continuamente feriti nel nostro ospedale di Kabul: il 3 aprile scorso sono giunti da noi 59 feriti in seguito a un’esplosione al mercato del cambio; il 6 aprile abbiamo ricevuto 11 feriti dopo un’esplosione nei pressi di una moschea. Si tratta dell’ennesima dimostrazione che nonostante l’attenzione verso la situazione dell’Afghanistan sia diminuita, il Paese è tutt’altro che in pace e si trova nell’abisso di una crisi economica senza precedenti che continua a mettere in ginocchio la popolazione, e sta provocando un aumento della povertà e della criminalità", lo afferma Marco Puntin, Country director di Emergency in Afghanistan.
Finora l'attacco non è stato rivendicato da nessuno, ma potrebbe essere opera dell'Isis, in quanto sono stati autori di numerosi altri attentati commessi contro gli hazara. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?