Jessica Springsteen in una foto postata sul suo profilo Instagram
Jessica Springsteen in una foto postata sul suo profilo Instagram

Roma, 31 maggio 2021 - È stata la stella del ritorno di Piazza di Siena, il concorso ippico romano che quest'anno si è disputato con il pubblico dopo l'edizione a porte chiuse per il Covid del settembre scorso: Jessica Springsteen, figlia del 'Boss', ha strappato un terzo posto nel Rolex Gp Roma, con un montepremi di 400mila euro, alle spalle del vincitore, il tedesco David Will, e di un'altra amazzone americana, Laura Kraut. In una 88ma edizione molto al femminile, la 29enne del New Jersey si è fatta ammirare per la sua grande classe.

Le Olimpiadi di Tokyo

Jessica Springsteen e il papà in una foto postata sul Instagram

Ora Jessica punta le Olimpiadi di Tokyo per le quali è già nella 'short list' dei tecnici Usa in attesa che tra fine giugno e inizio luglio venga sciolta la riserva. "C'è ancora da fare ma ho un cavallo incredibile!", ha commentato alludendo al suo stallone Don Juan Van de Donkhoeve, "il mio sogno è sempre stato quello di rappresentare gli Stati Uniti nelle competizioni internazionali, quindi quello è decisamente un obiettivo". Lei è una delle migliori saltatrici d'America e ha infilato diverse vittorie, l'ultima a Fieracavalli a Verona, l'8 novembre. In lizza per i Giochi ci sono anche Kent Farrington, McLain Ward,Beezie Madden, Lucy Deslauriers, Bliss Heers, Brian Moggre, Devin Ryan, Adrienne Sternlicht e la stessa Laura Kraut.

Jessica non è la sola figlia di famosi a competere nell'equitazione: ci sono la figlia di Mike Bloomberg, Georgina, e i figli di Steve Jobs e Bill Gates, ma non ha avuto bisogno del suo cognome per farsi valere. "A parte il fatto di avere abbastanza soldi per uno sport così costoso, è molto più che la figlia di un padre così noto", assicurano gli esperti, "è una campionessa e una concorrente seria".

Il legame con l'Italia e il fidanzato

Jessica Springsteen e il fidanzato in una foto postata sul suo profilo Instagram

L'unica figlia femmina dell'autore di "Born in the USA" e di Patti Scialfa (è nata nel 1991 quando il Boss si era appena trasferito in California dal suo New Jersey) ha un feeling particolare con l'Italia: oltre al sangue 'campano' di famiglia (la madre del 'Boss' è originaria di Vico Equense), lei è fidanzata da tre anni con il cavaliere leccese Lorenzo De Luca. Si erano conosciuti nel mondo delle gare equestri e nel 2018 è scoccata la scintilla.

De Luca è considerato tra i 10 migliori cavalieri al mondo: nel 2017 ha anche raggiunto il secondo posto e nel 2018 era arrivato secondo nel Gran Premio Roma, proprio a Piazza di Siena, un piazzamento che all'Italia mancava dal 1994.

Tra l'altro lo stesso Bruce Springsteen viene avvistato ogni estate in Italia insieme alla moglie sul Lago di Como o in Costiera Amalfitana, in Sardegna o a Portofino e spesso fa le vacanze con Lorenzo e Jessica. Nella storia di Piazza di Siena le amazzoni hanno sempre fatto bene: limitando il campo alle italiane, sono quelle che hanno iscritto il loro nome nell'albo d'oro della Coppa delle Nazioni: la contessa Natalie Perrone de Noailles (moglie di Alessandro Perrone, a sua volta eccellente cavaliere, nonche' direttore per oltre vent'anni del Messaggero), che vinse nel 1953 al fianco dei fratelli D'Inzeo; Giulia Serventi, prima sia nel 1961 e nel 1968; Lalla Novo, che primeggio' nel 1965 e 1966. Ultima in ordine di tempo, nel 2018, Giulia Martinengo Marquet, ormai azzurra di lungo corso.