Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
15 apr 2022

Israele, scontri sulla Spianata delle Moschee: centinaia di palestinesi feriti

Gerusalemme,dopo un lancio di sassi è scattato  intervento delle forze israeliane tra migliaia di fedeli riuniti per lla preghiere del venerdì durante il Ramadam

15 apr 2022

Gerusalemme  (Israele), 15 aprile 2022 - Ancora sangue e violenza sulla Spianata delle Moschee  a Gerusalemme con scontri tra palestinesi e esercito israeliano. Secondo pirme informazioni sarebbero un  centinaio i palestinesi rimasti feriti. Lo hanno riferito fonti mediche, precisando che "90 sono stati trasferiti" negli ospedali di Gerusalemme e "una diecina sono stati trattati sul posto". Almeno tre gli agenti israeliani feriti. La tensione e' alta nel sito sacro all'Islam, il Monte del Tempio per gli ebrei, nel secondo venerdi' di preghiera dall'inizio del Ramadan. 

Stando a quanto riferito dalla fondazione islamica che gestisce l'area, la Jerusalem Islamic Waqf, rilanciata dall'emittente panaraba Al Jazeera, le forze di sicurezza israeliane hanno fatto irruzione nel luogo sacro poco prima dell'alba quando erano migliaia i fedeli radunati per la preghiera del venerdì. Secondo fonti della polizia citate dal quotidiano Haaretz, gli agenti hanno fatto ingresso nell'area di Al-Aqsa dopo aver visto un uomo lanciare sassi e far detonare fuochi d'artificio e dopo aver notato che una serie di persone vi era entrata al termine della preghiera.

Gli scontri a Gerusalemme tra palestinesi ed esercito palestinese
Gli scontri a Gerusalemme tra palestinesi ed esercito palestinese

Secondo Haaretz, centinaia di fedeli palestinesi si sarebbero accampati nell'area di Al-Aqsa la notte di ieri dopo che erano circolate voci rispetto a una possibile ingresso in massa di fedeli ebrei, estremisti secondo quanto riporta Al Jazeera, per effettuare un sacrificio per la Pasqua ebraica. Quest'anno questa festività coincide con il mese sacro di Ramadan musulmano e con la Pasqua cattolica. Gli scontri di oggi si iscrivono in un più ampio contesto di tensione segnato da attentati di matrice palestinese in Israele e da arresti di cittadini palestinesi nei territori della Cisgiordania, illegalmente occupati da Israele secondo i palestinesi ma anche secondo le Nazioni Unite.

Circa un anno fa scontri ad Al-Aqsa durante il periodo di Ramadan degenerarono in una serie di raid dell'esercito israeliano nella Striscia di Gaza che provocarono la morte di oltre 200 palestinesi. I razzi lanciati in risposta dalla milizia Hamas causarono a loro volta oltre dieci morti in Israele.

Intanto è morto un 17enne palestinese, Kamal Abed, dopo essere rimasto gravemente ferito ieri da colpi d'arma da fuoco in scontri scoppiati con i soldati israeliani a Jenin. Lo ha riferito il ministero della Salute di Ramallah. E' la settima vittima palestinese da mercoledì a oggi, nell'ambito delle operazioni di sicurezza in Cisgiordania, in particolare nella zona di Jenin, lanciate dalle forze armate israeliana alla luce della recente ondata di attacchi nello Stato ebraico che nel giro di due settimane hanno provocato la morte di 14 israeliani. 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?