Mosul, tragedia nel fiume Tigri (Ansa)
Mosul, tragedia nel fiume Tigri (Ansa)

Baghdad, 21 marzo 2019 - Tragedia in Iraq. Un traghetto "frequentatissimo da turisti" è affondato nel fiume Tigri vicino a Mosul. Secondo fonti ufficiali del ministero della salute, ci sono 100 morti. Tra le vittime ci sarebbero anche una dozzina di bambini, riferisce la Cnn. Altre 55 persone sono state tratte in salvo.

L'imbarcazione si sarebbe capovolta per l'eccessivo numero di passeggeri che stavano celebrando la festa del Nowruz, il capodanno persiano molto sentito anche nell'Iraq settentrionale. A quanto afferma un cronista di Al Jazeera, circa 200 persone persone si trovavano a bordo della nave, per la maggior parte famiglie con bambini, mentre il numero massimo di passeggeri consentito è di 50. 

Secondo la tv irachena, inoltre, un tribunale di Mosul ha arrestato nove membri dell'equipaggio e ha spiccato un mandato di arresto nei confronti del proprietario dell'isola turistica di Umm Al-Rabeen verso il quale il traghetto era diretto.

Naufragio nel fiume Tigri, Mosul (Ansa)

Un lutto nazionale di tre giorni è stato dichiarato questa sera dal primo ministro iracheno Adel Abdel Mahdi, che ha visitato la scena dell'incidente e l'obitorio dove sono stati trasportati i corpi

LA MAPPA

Ieri le autorità avevano messo in guardia dall'alto livello dell'acqua raggiunto nel grande fiume del Tigri a causa dell'apertura delle paratie della vicina diga di Mosul. Così riferiscono fonti locali.