21 apr 2022

Russia, incendio a Tver nell'istituto che sviluppa missili e sistemi di invisibilità

Tra i progetti seguiti a Tver i sistemi di invisibilità dei velivoli Su-27 e Tu-160, nonché lo sviluppo dei missili Iskander

featured image
L'incendio a Tver, in Russia

Mosca, 21 aprile 2022 - Un vasto incendio è divampato nell'edificio che ospita l'istituto di ricerca per la difesa aerospaziale del Ministero della Difesa russo a Tver, 150 chilometri a nord ovest di Mosca. Fumo denso sale dal palazzo, un'immensa nuvola nera sovrasta la città. All'interno sarebbero rimaste intrappolate circa 10 persone, mentre il bilancio delle vittime, ancora confuso e probailmente destinato ad aumentare, parla di 6 persone morte nel rogo. Alcune fonti, ancora non confermate, parlano di una settima vittima. I feriti sarebbero 27: molti di loro sono stati trasportati in ospedale, tre versano in gravi condizioni e sono ricoverate in terapia intensiva. Nel pomeriggio si era avuta notizia di 10 persone intrappolate nell'edificio e non è ancora chiaro se siano riuscite a mettersi in salvo. 

Oligarchi russi, il giallo del doppio omicidio-suicidio a distanza di poche ore

No a tregua per Pasqua ortodossa. Stop corridoi umanitari: Pericolosi

Stando a quanto riferito dal Moscow Times, l'incendio è divampato dal secondo piano dell'edificio - di circa 1.500 metri quadrati - e si è propagato anche nei tre piani superiori, letteralmente squarciandoli.  Secondo alcuni tabloid, tra cui Daily Mail e Mirror, il rogo è partito da alcune stanze che contenevano documenti 'top secret'. A quanto si apprende, diverse persone, dopo aver inalato fumo, si sarebbero messe in fuga calandosi dalle finestre. Tra loro quattro scienziati. L'Istituto è stato fondato nel 2014, tra i progetti sviluppati ci sono i sistemi di invisibilità dei velivoli Su-27 e Tu-160 e la partecipazione allo sviluppo del sistema missilistico Iskander.

Sul posto sono subito giunte numerose unità dei vigili del fuoco e 14 ambulanze.  le autorità dichiarano che le fiamme sono state bloccate e non ci sono rischi che l'incendio si propaghi ad altri edifici. Ancora ignote le cause del rogo, indaga la procura militare. Secondo una fonte citata dalla Tass, all'origine delle fiamme potrebbe esserci un corto circuito scaturito nel sistema di cablaggio elettrico. Incendi di questo tipo sono abbastanza frequenti in Russia, se ne segnalano a centinaia ogni anno. Colpa di edifici vecchi, ma soprattutto della scarsa manutenzione. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?