Atene, 7 agosto 2021 - Migliaia di turisti e residenti in fuga dagli incendi in Grecia. Nella notte evacuati interi villaggi a nord di Atene mentre le fiamme distruggevano vaste aree di pineta. Una densa nuvola di fumo e cenere sovrasta la capitale greca, "Chiudete tutte le finestre e non uscite di casa", hanno avvisato le autorità per l'aria ormai irrespirabile. Dopo 5 giorni consecutivi gli incendi imperversano nell'intero Paese, e domani il rischio sale a categoria 4 su 5 per cinque regioni. La protezione civile ha messo in allerta la Regione della Grecia centrale (Evia, Ftiotide, Beozia); Regione dell'Attica; Regione di Creta (Heraklion, Lassithi); Regione dell'Egeo settentrionale (Mitilene a Lesbo, Chios, Samos, Ikaria); Regione dell'Egeo Meridionale (Rodi, Karpathos, Kos, Kalymnos). 

Fuga nella notte

Le fiamme che stanno bruciando le pinete nel nord di Atene hanno costretto all'evacuazione dei villaggi durante la notte. Per gli incendi è stata chiusa una parte dell'autostrada che collega Atene al Nord del Paese, costringendo alla fuga gli immgrati nei campi della zona. Evacuati anche i turisti: nel villaggio di Limni, a Evia più di 1.300 persone sono state allontanate per precauzione. Circa 5.000 tra turisti e residenti sono sfuggiti da un altro rogo nella regione del Peloponneso. Metà di East Mani è stata distrutta dalle fiamme, ha confermato il sindaco Eleni Drakoulakou. Due persone sono state arrestate perchè sospettate di aver appiccato le fiamme ad Atene, e un 43enne nella zona di Krioneri. Vietto l'accesso ai parchi e ai boschi in tutto il Paese. Il bilancio delle vittime è di due morti: il presidente della Camera di commercio di Atene, Konstantinos Michalos, morto in ospedale dopo che era stato trovato privo di sensi in una fabbrica a Krioneri, un pompiere, e almeno nove i feriti. 

Quinto giorno di fuoco

In Grecia sono stati segnalati più di 150 incendi, con sei aree in massima allerta. In azione lmeno 1.450 i vigili del fuoco, affiancati da 15 aerei, inoltra stanno giungedo rinforzi da altri Paesi come la Germania, Regno Unito, Francia e Stati Uniti. I forti venti e le temperaturea 38 gradi e oltre favoriscono i roghi e la loro velocità di diffusione. "Se non riusciamo a contenere gli incendi oggi, avremo un enorme problema", ha dichiarato Wassilis Kokkalis, vice governatore della regione di Atene in tv.