Un koala d'argilla creato dal piccolo Owen Colley per aiutare l'Australia
Un koala d'argilla creato dal piccolo Owen Colley per aiutare l'Australia

New York, 21 gennaio 2020 - Il piccolo Owen Colley, scioccato dalle notizie sulla strage di animali in Australia, per colpa degli incendi, ha deciso di aiutare i piccoli amici dell'uomo costruendo dei koala d'argilla. Owen, che ha sei anni e vive, si legge sul sito della Cnn, a Hingham, Massachusetts, Usa, ha saputo della tragedia dei roghi australiani dalla mamma Caitlin Colley. Il piccolo ha quindi chiesto, preoccupato, se degli animali fossero rimasti feriti, e la madre gli ha detto di sì. 

Subito è andato a disegnare un canguro, un koala e un dingo sotto la pioggia. Poi ha confessato alla mamma che il disegno rappresentava il suo desiderio: che un temporale spegnesse gli incendi, salvando gli animali. "Era la prima volta che Owen mostrava interesse per qualcosa che non fosse un Lego o altro", ha spiegato Caitlin Colley alla Cnn, molto colpita dalle emozioni espresse dal figlio.

Il padre di Owen è nato in Australia, e il piccolo ha vissuto là alcuni mesi, e si sente un po' aussie: "E' molto fiero del fatto di averci vissuto, anche se non ricorda niente di quel periodo, ma è molto orgoglioso di ciò", racconta la madre. Owen voleva tornare a visitare la terra del padre, così Caitlin gli ha detto che non poteva per via dei pericolosi incendi, e dei gravi problemi di koala e canguri, accendendo in lui la voglia di autarli.  

Nella sua disarmante semplicità il bambino di 6 anni le ha chiesto che cosa poteva fare per soccorrere gli indifesi animali australiani, "e insieme abbiamo deciso di fare dei koala d'argilla e darli in cambio di una donazione ad amici e parenti" ha raccontato Caitlin ai media.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Owen’s little clay koalas are flying off the shelves...err pots 🐨🌱 #owensrescue #littleclaykoalas #owensclaykoalas

Un post condiviso da Owen Colley (@littleclaykoalas) in data:

Owen stava prendendo a cuore il problema: "Voglio che loro sappiano di più sugli animali in Australia" diceva alla madre, come aveva fatto lui all'asilo, e scrisse una lista: il diavolo della Tasmania, il canguro, il vombato (famiglia di marsupiali australiani), il Dacelo (un genere di uccelli originari dell'Australia) e il koala. 

La sorpresa è stata il successo riscosso dai piccoli koala di argilla creati da Owen, e ceduti per raccogliere fondi. Così la famiglia del piccolo ha deciso di venderli anche online lanciando una campagna sul sito di raccolta fondi GoFundMe, e lo ha fatto con una promozione chiara anche per i più piccoli: una donazione di 25 dollari sarebbe servita per nutrire un giovane canguro per un mese. In poco tempo le donazioni hanno raggiunto più di 150mila dollari australiani, subito girati alla Wildlife Rescue South Coast. E anche l'articolo della Cnn ha fatto la sua parte, con un netto aumento delle donazioni dopo la sua uscita.