Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
28 feb 2022

"La guerra in Ucraina ha risvegliato l'Occidente. I cattivi esistono: è ridicolo negarlo"

Lo storico Ernesto Galli della Loggia e la risposta a Putin: "Una reazione era inevitabile. Dobbiamo riscoprire il patriottismo e la dimensione nazionale"

28 feb 2022
raffaele marmo
Esteri

Professore, molteplici segnali indicano un risveglio dell’Occidente nella reazione all’aggressione di Putin all’Ucraina: c’è chi è rimasto sorpreso, forse lo stesso autocrate russo. Lei se lo aspettava? "Certo, se l’Unione europea, la Nato e gli Stati Uniti volevano suicidarsi, l’occasione era questa – avvisa tranchant uno dei più autorevoli storici ed editorialisti italiani, Ernesto Galli della Loggia –. Voglio dire che la mossa russa è stata così grave che era impossibile non fare quello che si sta facendo, a meno di non perdere completamente il senso della propria esistenza politica. Dunque, è vero, c’è stato un risveglio, una presa d’atto che ci sono talune categorie che sembravano desuete e che sono tornate di fortissima attualità, ma questo risveglio è dovuto in misura decisiva alla enormità della provocazione". Putin porta avanti la minaccia nucleare: forze missilistiche e flotte navali in allerta Insomma, un risveglio necessitato, più che un 'ritorno della storia'? "Sì, tant’è che la domanda che dobbiamo farci è: è una svolta definitiva, che vuole rimediare agli errori o alle criticità e superficialità passate, o no?". Guerra in Ucraina in diretta: raid e bombardamenti sulle città Che cosa si risponde? "Io avrei i miei dubbi, lo confesso. C’è un grande attore sulla scena mondiale che continua a fare quello che fa Putin, ma in modo più soft: la Cina. Applica un criterio di dominio politico spietato in Tibet o con gli Uiguri. Ha cancellato l’autonomia di Hong Kong. Ma l’Occidente non ha mosso un dito, innanzitutto per ragioni economiche. Dunque, un vero risveglio etico-politico dovrebbe essere erga omnes, a 360 gradi. Ma così non è. Anche perché implicherebbe il radicale ripensamento di molte categorie culturali e ideologiche che dominano le nostre opinioni pubbliche". A quali categorie si riferisce? "Abbiamo completamente cancellato dalla nostra cultura politica diffusa che ci siano nel mondo ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?