Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
5 mar 2022

Ucraina, i russi sequestrano un ospedale psichiatrico. In mano ai ceceni 670 pazienti

Le truppe di Grozny, alleate di Mosca, sono a Borodyanka. Il governatore della regione: "Nell'istituto stanno finendo l'acqua e le medicine"

5 mar 2022
featured image
Truppe cecene in Ucraina
featured image
Truppe cecene in Ucraina

Roma, 5 marzo 2022 - Le truppe russe hanno sequestrato un ospedale psichiatrico a Borodyanka, a circa 60 km da Kiev. In mano ai soldarti ceceni ci sono 670 persone: è l'allarme lanciato dal governatore della regione Oleksiy Kuleba, e raccolto dal Guardian.

I sanguinari Kadyrovtsy ceceni: "Se Putin chiude gli occhi finiamo in 2 giorni"

Kiev: tregua fallita a Mariupol, niente evacuazione

Putin: "Sanzioni come dichiarazione di guerra" / Live

"Sono persone con esigenze speciali, necessitano di aiuto costante, molti di loro sono stati costretti a letto per anni. Stanno finendo l'acqua e le medicine", ha spiegato Kuleba.  I contatti con l'istituto sono interrotti.

I soldati ceceni, fedelissimi al leader filo-russo Ramzan Kadyrov, sono in campo con truppe regolari e forze speciali. Forgiato da anni di guerra, e a suon di repressioni ancora molto dure in patria, l'esercito di Kadyrov è tra i più esperti e spietati in battaglia. Lo stesso leader prima della partenza per l'Ucraina ha offerto una taglia di 500.000 dollari "per la testa di ciascuno degli ufficiali" del battaglione Azov ucraino, una formazione di estrema destra composta da volontari e ora integrata nella Guardia nazionale dell'Ucraina. 

In azione sono anche i membri delle forze speciali cecene, che avrebbero già attentato più volte alla vita del presidente ucraino Volodymyr Zelenskyi. Kadrov ha inviato quasi 12 mila unità delle forze speciali, e in tutto almeno 70 mila uomini.

Dmitry Utkin, il neonazista incaricato di uccidere Zelensky

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?