Venerdì 19 Luglio 2024

Ospedale di Gaza bombardato. “Almeno 500 morti”. Bbc: vi si erano rifugiati un migliaio di sfollati. Scambio di accuse Hamas-Israele

Centinaia di morti in raid su ospedale di Gaza. Dirigente Hamas: "Liberi subito tutti gli ostaggi se Israele ferma i bombardamenti". Scontri a Ramallah. Re di Giordania: “Israele fermi brutale aggressione”. Tel Aviv: “E’ stata la Jihad islamica”. La condanna dei Paesi arabi e islamici. Morto uno degli italo-israeliani dispersi. Esercito israeliano: “Non è detto che ci sarà un’offensiva di terra”. Mercoledì arriva Biden, Abbas annulla incontro

Roma, 17 ottobre 2023 – Un’ecatombe. Ci sarebbero “almeno 500 morti” nel bombardamento su un ospedale di Gaza. Secondo Hamas il raid è opera dell’esercito israeliano, mentre Tel Aviv sostiene che sarebbero proprio i miliziani i responsabili del massacro al Al-Ahli Arabi. Secondo la Bbc dentro la struttura c’erano 4mila persone. 

 È morto Evitar Moshe Kipnis, uno dei tre italo-israeliani di cui non si avevano più notizie dall'attacco di Hamas dello scorso 7 ottobre. Domani il presidente Usa Joe Biden arriverà in Israele dove si tratterrà 5 ore: una visita per manifestare sostegno ma anche per fare pressione su Netanyahu affinché consenta l’ingresso degli aiuti umanitari a Gaza. Secondo il New York Times, la presenza di Biden dovrebbe ritardare l’offensiva di terra nella Striscia. Che a quanto pare non è l’unica opzione. “Ci stiamo preparando per le prossime fasi della guerra – ha detto il colonnello portavoce dell’Esercito  – Non abbiamo detto quali saranno. Tutti parlano dell'offensiva di terra. Potrebbe essere qualcosa di diverso”.   

Non si fermano intanto i razzi di Hamas da una parte (in serata verso il centro di Israele compresa Tel Aviv) e i raid di Israele a Gaza. Mentre si alza ancora la tensione al confine con il Libano. Intanto gli Usa inviano altre due navi: il Pentagono ha messo in allerta 2mila soldati americani per un eventuale dispiegamento in Medio Oriente. 

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di QN clicca qui

22:25
Francia, Macron condanna il bombardamento dell'ospedale di Gaza: "Ingiustificabile"

"Niente può giustificare un attacco contro un ospedale. Niente può giustificare il fatto di prendere di mira i civili. La Francia condanna l'attacco all'ospedale Al-Ahli Arabi di Gaza che ha causato tante vittime palestinesi. Pensiamo a loro. Bisogna fare piena luce" ha scritto su X il presidente francese Emmanuel Macron. Che aggiunge: "L'accesso umanitario alla Striscia di Gaza deve essere aperto senza ritardi".

21:40
Beirut: lacrimogeni su manifestanti contro ambasciata Usa

La polizia libanese ha sparato lacrimogeni sui manifestanti pro Palestinesi che tentavano di avanzare verso la sede dell'ambasciata americana. Lo riferiscono i media internazionali.

21:32
Anche la Giordania cancella incontro con Biden

La Giordania cancella il summit a 4 su Gaza e il futuro dei palestinesi con il presidente Usa Joe Biden, il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi e il presidente dell'Autorità palestinese Abu Mazen (Mahmoud Abbas), in programma mercoledì ad Amman. Lo rende noto il ministero degli Esteri giordano, citato da alcuni media Usa.

21:30
Presidente Israele: "Vergogna a media che credono ad Hamas"

Il presidente israeliano Isaac Herzog definisce le accuse secondo cui Israele avrebbe colpito l'ospedale di Gaza causando centinaia di vittime "una diffamazione di sangue". Herzog: "Un missile della Jihad islamica ha ucciso molti palestinesi in un ospedale di Gaza, un luogo dove le vite dovrebbero essere salvate", ha scritto su X. "Vergogna per i media che ingoiano le bugie di Hamas e della Jihad islamica, trasmettendo in tutto il mondo una diffamazione sanguinaria del 21° secolo. Vergogna ai vili terroristi di Gaza che versano volontariamente il sangue degli innocenti"

20:54
Hezbollah proclama giorno di rabbia 

Hezbollah ha proclamato giorno di rabbia un "giorno di rabbia senza precedenti". Lo riferisce al Arabiya. Israeele bombarda le sue postazioni in Libano.

20:30
Jihad islamica nega responsabilità sul bombardamento dell'ospedale

Il portavoce della Jihad islamica ha negato ogni responsabilità del gruppo nel bombardamento dell'ospedale a Gaza, respingendo le accuse di Israele secondo cui un fallito lancio di un razzo avrebbe provocato la strage.

20:19
La condanna dei Paesi arabi e islamici

Molti paesi arabi e islamici hanno diffuso in queste ore comunicati di condanna per la strage avvenuta oggi a Gaza dove un'esplosione ha colpito un ospedale della zona. In particolare Qatar, Arabia Saudita, Egitto, Turchia, Algeria, Libano e Iraq hanno condannato quanto accaduto chiedendo un immediato cessate il fuoco a Gaza. 

20:17
Russia e Emirati Arabi Uniti chiedono riunione Consiglio di Sicurezza dell'Onu 

La Russia e gli Emirati Arabi Uniti hanno chiesto una riunione urgente e aperta del Consiglio di Sicurezza dell'Onu per mercoledì mattina dopo l'attacco all'ospedale di Gaza.

20:07
Bbc: "Ospedale ospitava un migliaio di sfollati"

L'ospedale Al Ahli colpito a Gaza ospitava al suo interno un migliaio di sfollati, ha riferito alla Bbc il canonico Richard Sewell, uno dei maggiori esponenti a Gerusalemme della chiesa anglicana, che finanzia l'ospedale. Secondo il decano del Saint George college alla fine della settimana scorsa circa seimila abitanti di Gaza si erano rifugiati nel cortile dell'ospedale. Ma sabato l'ospedale è stato colpito una prima volta, provocando il ferimento di quattro persone. A questo punto la maggior parte degli sfollati se ne è andata, ma mille persone sono rimaste.

19:59
Il re di Giordania: "Israele fermi la sua brutale aggressione"

Il giordano Abdallah in una nota ufficiale: "La guerra è entrata in una fase pericolosa, che trascinerà la regione in una catastrofe. L'attacco all'ospedale di Gaza è un vile massacro contro innocenti civili che non può essere tollerato. Israele deve fermare la sua brutale aggressione a Gaza".

19:57
Giordania, forze di sicurezza smentiscono attacco ad ambasciata Israele

Le forze di sicurezza giordane smentiscono un assalto all'ambasciata israeliana ad Amman. Ci sarebbe stato il tentativo di alcuni dimostranti radunatisi nei pressi ma "sono stati dispersi", riferisce l'agenzia di Stato. 

19:54
Israele: "Ospedale colpito da Jihad islamica"

Le forze di difesa israeliano hanno dichiarato che l'esplosione avvenuta nell'ospedale al-Ahli di Gaza, che ha causato centinaia di vittime, è stata causata dal fallito lancio di razzi da parte della Jihad islamica.
 

19:50
Abbas annulla incontro con Biden

Il presidente dell'Autorità Nazionale palestinese, Mahmoud Abbas, ha cancellato il suo incontro con il presidente americano Joe Biden a causa dell'esplosione in un ospedale di Gaza. L'incontro sarebbe dovuto avvenire in Giordania. Biden è atteso domani in Israele, riferisce la BBC.

19:37
Israele: "Ospedale non era nostro obiettivo"

"L'ospedale non era un edificio sensibile e non era un obiettivo dell'esercito. Verifichiamo l'origine dell'esplosione". Lo ha detto l'esercito israeliano.

19:33
Assaltata l'ambasciata Israeliana in Giordania

Centinaia di persone hanno assaltato la sede dell'ambasciata israeliana ad Amman, in Giordania, in seguito all'attacco all'ospedale al-Ahly a Gaza City. Le immagini mostrano centinaia di manifestanti che si proteggono il volto dopo aver appiccato il fuoco all'esterno dell'ambasciata.

19:32
Scontri a Ramallah

Sono degenerati in scontri tra i manifestanti e la polizia palestinese le manifestazioni a Ramallah e in altre parti della Cisgiordania. Lo riferisce Sky News. 

18:39
Egitto condanna strage in ospedale. Bbc: "Dentro c'erano 4mila persone"

L'Egitto condanna "con la massima fermezza il bombardamento israeliano" dell' ospedale battista Al-Ahly nella Striscia di Gaza "che ha provocato centinaia di vittime innocenti". In una nota del ministero degli Esteri, Il Cairo ritiene che "questo deliberato bombardamento di strutture civili costituisca una grave violazione delle disposizioni del diritto internazionale e umanitario e dei valori più basilari dell'umanità e invita Israele a porre fine immediatamente alle sue politiche di punizione collettiva contro le popolazioni della Striscia di Gaza". L'Olp: "Il massacro all'ospedale non può essere tollerato dalla morale delle Nazioni". Secondo la Bbc dentro la struttura c'erano 4mila persone

18:30
Hamas: "Almeno 500 morti nel bombardamento dell'ospedale Al-Ahli di Gaza City"

Secondo il governo di Hamas è di almeno 500 morti il bilancio del raid aereo israeliano sull'ospedale Al-Ahli di Gaza City. Hamas ha descritto l'attacco come un "crimine di guerra".

18:20
Ospedale colpito a Gaza, Israele: "Stiamo verificando"

Israele sta verificando la notizia di un attacco contro un ospedale a Gaza. Hamas ha denunciato la morte di centinaia di persone in cura o rifugiate al suo interno. Il portavoce dell'esercito israeliano, Daniel Hagari, ha spiegato che l'esercito non ha informazioni in proposito e fornirà ulteriori dettagli appena possibile.

17:33
Hamas: "Nel bombardamento dell'ospedale battista di Gaza 200 morti"

Il bombardamento israeliano dell'Al-Ahli Arabi Baptist Hospital al centro di Gaza City avrebbe provocato la morte di 200 persone, hanno riferito le autorità di Hamas che governano la Striscia. Secondo Al Jazeera la maggior parte dei feriti sembrano essere donne e bambini: nella struttura si erano rifugiate molte famiglie.

17:24
Media Gb: "Sunak presto in Israele"

Il premier britannico Rishi Sunak sarà presto in Israele. Dopo il cancelliere tedesco Olaf Scholz e il presidente americano Joe Biden, anche Londra fa sentire il suo appoggio a Gerusalemme. Lo anticipa Sky News Uk citando fonti proprie e in attesa di conferme ufficiali. La visita potrebbe svolgersi giovedì 19, ma mancano conferme. Sunak farà tour regionale che comprende anche Giordania ed Egitto.

17:13
Hamas si aspettava più aiuto da Iran

Hamas si aspettava un sostegno maggiore da parte dell'Iran nel suo attacco contro Israele. Lo ha detto un alto esponente dell'ufficio politico di Hamas, Moussa Abu Marzouk, intervistato dalla turca Trt. Marzouk ha precisato, ''non esiste alcun coordinamento'' tra Hamas e l'Iran, ma ''solo colloqui''. 

17:12
"Israele ha bombardato l'ospedale battista"

Israele ha bombardato l'ospedale battista (ospedale arabo Al Ahli) nel quartiere di Al Zaitoon, nel centro di Gaza. Il ministero degli Interni gestito da Hamas parla di centinaia di vittime, tra morti e feriti. 

16:50
Save the children: "Mille bimbi morti sotto le bombe"

L'organizzazione Save the Children ha reso noto che più di 1.000 bambini sono morti a causa dei bombardamenti israeliani nella Striscia di Gaza degli ultimi 11 giorni, circa, uno ogni 15 minuti. Il numero dei minori morti rappresenta circa un terzo del numero totale delle vittime. "Il tempo sta scadendo per i bimbi di Gaza", ha detto in una nota il direttore dell'organizzazione Jason Lee. "Oggi è prevista la riunione del Consiglio di sicurezza dell'Onu: è necessario un cessate il fuoco per salvare la loro vita. Senza la fine dei combattimenti la vita di migliaia di bambini è appesa a un filo".

16:49
Onu: 6 morti in raid Israele su scuola usata come rifugio

Un raid dell'esercito israeliano ha provocato la morte di almeno sei persone che si erano rifugiate in una scuola a Gaza. Lo rende noto l'Unrwa, l'agenzia Onu per i rifugiati palestinesi.

16:46
Razzi da Gaza verso il centro di Israele

Una salva di razzi è stata lanciata da Gaza nel centro di Israele, compresa l'area grande di Tel Aviv, dove si sono sentite forti esplosioni in aria per l'intercettazione da parte dell'Iron Dome. Ma anche al sud, dove è stata presa di mira di nuovo Ashkelon. Secondo i media ci sono due feriti a Sderot. 

16:33
Cpj: 15 i giornalisti uccisi

Almeno 15 giornalisti sono rimasti uccisi nei primi dieci giorni del conflitto tra Israele e Hamas, secondo i dati raccolti dal Committee to Protect Journalists. È un numero impressionante se si pensa che, sempre secondo il Cpj, lo stesso numero di giornalisti hanno perso la vita nei due anni del conflitto in Ucraina. 

15:41
Morto uno degli italo-israeliani considerati dispersi

È morto Evitar Moshe Kipnis, uno dei tre italo-israeliani di cui non si avevano più notizie dall'attacco di Hamas dello scorso 7 ottobre. Lo apprende l'ANSA da fonti locali. Con lui era scomparsa anche la moglie Liliach Le Havron dal kibbutz di Beeri, dove sono stati trovati 108 cadaveri. Evitar Moshe Kipnis è stato identificato tra le vittime in base all'esame del Dna. Non ci sono conferme sulla sorte della moglie.

14:49
Action Aid: "Gaza senz'acqua, rischio colera. Ospedali da oggi al buio" 

ActionAid lancia l'allarme: "Le forniture d'acqua stanno raggiungendo livelli critici in tutta Gaza a causa del persistente blocco su carburante, acqua e cibo. La mancanza d'acqua e le malattie per l'acqua non potabile potrebbero causare una catastrofe sanitaria per centinaia di migliaia di persone e un rischio allarmante per la vita delle donne in gravidanza e in allattamento e dei loro neonati", denuncia Soraida Hussein-Sabbah, specialista di gender e advocacy di ActionAid. "Attualmente, sono disponibili solo tre litri d'acqua per persona. Il totale collasso dei servizi igienico-sanitari in tutta  Gaza aumenta anche la minaccia del colera e delle malattie diarroiche, che sono due delle principali cause di morte per i bambini sotto i cinque anni in tutto il mondo. A Gaza vivono 50.000 donne in gravidanza, che attualmente non possono accedere ai servizi sanitari essenziali. Circa 5.500 di queste dovrebbero partorire il prossimo mese. Le scorte di carburante sono quasi esaurite e gli ospedali riferiscono che oggi resteranno senza corrente. Chiediamo con urgenza un corridoio umanitario verso Gaza e il pieno e ininterrotto ripristino delle forniture d'acqua da Israele a Gaza"

14:12
Capo dell'intelligence militare israeliana: "Ho fallito"

"L'intelligence sotto il mio comando ha fallito e non ha dato un preavviso dell'attacco terroristico di Hamas. Non siamo stati all'altezza della nostra missione più importante. Come capo dell'intelligence, mi assumo piena responsabilità": lo ha affemato oggi il capo dell'intelligence militare, il generale Aharon Haliva. "In futuro indagheremo a fondo. Ora tutti i nostri occhi sono puntati su una unica missione: passare alla guerra, e vincere". Anche il capo di Stato maggiore, il generale Herzi Halevi, ed il capo dello Shin Bet (sicurezza interna) Ronen Bar, hanno ammesso di aver fallito e di non aver saputo prevenire l'attacco. 

13:48
Leader di Hamas a Cnn: "Visita di Biden incoraggerà nuovi massacri"

Alla vigilia della sua visita in Israele, Hamas ha accusato il presidente americano Joe Biden di essersi lasciato ingannare "dalla narrazione israeliana", affermando che gli Stati Uniti sono "colpevoli di questa guerra contro il nostro popolo". Interpellato dalla Cnn, il portavoce del gruppo estremista palestinese, Hazem Qassem, ha bollato come "aggressiva" la posizione degli Stati Uniti nei confronti del popolo palestinese, sostenendo che la visita di Biden miri a fornire sostegno finanziario e morale a Israele, incoraggiandolo al tempo stesso a "commettere ulteriori massacri contro i palestinesi". 

13:43
Hamas: nostro comandante Nofal ucciso in un attacco israeliano

 
Hamas annuncia che uno dei suoi principali comandanti, Ayman Nofal, è stato ucciso in un attacco israeliano.

12:56
Croce Rossa Libano: 4 vittime nel sud

 Quattro persone sono state uccise nel sud del Libano, lungo la Linea Blu di demarcazione con Israele. Lo riferisce la Croce Rossa libanese che ha inviato sul posto squadre mediche per recuperare i corpi, nei pressi della località frontaliera di Alma Shaab, nel settore occidentale della Linea Blu tra i due paesi, presa di mira stamani da bombardamenti di artiglieria israeliani. 

12:35
Altre due navi Usa verso Israele

Almeno altre due navi della Marina Usa che trasportano migliaia di marines si stanno dirigendo dal Golfo verso la costa israeliana per aiutare qualsiasi potenziale risposta degli Stati Uniti ai combattimenti sul terreno tra Hamas e Israele, in particolare per l'evacuazione di cittadini americani. Si tratta della nave d'assalto anfibia USS Bataan e della nave da sbarco anfibia USS Carter Hall, che possono lanciare moto d'acqua per traghettare le persone dalla riva alle navi. Lo riferisce la Cnn citando due dirigenti del Pentagono. 

12:33
Usa: 2mila soldati americani in allerta

Il Pentagono annuncia che 2.000 soldati americani sono stati messi in stato di allerta per un eventuale dispiegamento nella regione nell'ambito del conflitto fra 
Israele e Hamas. La notizia era stata anticipata ieri dal Wall Street Journal. 

12:32
Biden resterà in Israele 5 ore 

Il presidente Usa Joe Biden resterà in Israele nella sua visita di domani per circa 5 ore. Lo riferisce la tv israeliana canale 12. Confermata - secondo la stessa fonte - anche la successiva vista ad Amman per un incontro con re Abdallah II. Biden parteciperà ad un summit con il presidente dell'Anp Abu Mazen e quello egiziano Abdel-Fattah al-Sisi. 

10:52
Spari dal Libano al confine, risponde l'artiglieria israeliana

Le forze armate israeliane stanno lanciando colpi di artiglieria contro il Libano dopo che sono stati sparati colpi di arma da fuoco verso diversi punti della barriera di sicurezza tra i due Paesi. Poco tempo fa, sono stati lanciati missili anticarro contro una postazione militare dell'Idf adiacente alla comunita' di Margaliot, al confine con il Paese dei Cedri.

10:48
Esercito israeliano: "Offensiva di terra potrebbe non esserci"

 L'esercito israeliano si sta preparando per le prossime tappe nella guerra contro Hamas ma i piani potrebbero essere diversi dall'attesa invasione via terra della Striscia. Lo ha detto il portavoce militare Daniel Hecht. "Ci stiamo preparando - ha spiegato in un briefing con i giornalisti - ma non abbiamo detto quali piani saranno. Tutti parlano dell'offensiva di terra. Potrebbe essere qualcosa di diverso".

10:46
Onu: nei negozi di Gaza cino per max 5 giorni

 Nei negozi di Gaza sono rimasti generi alimentari sufficienti solo per altri 4-5 giorni: lo ha reso noto oggi l' Onu. 

10:35
Servizi israeliani: "Hamas dica qual è il prezzo degli ostaggi"

"Noi abbiamo chiesto dei corridoi per riportare a casa gli ostaggi", ma senza offrire una contropartita. "Hamas ci deve dire che sono pronti e qual è il prezzo. Non abbiamo ancora avuto una risposta". Lo ha detto Yaakov Peri, ex capo dello Shin Bet e membro del team di negoziatori del Forum delle famiglie degli ostaggi e dei dispersi nell'attacco del 7 ottobre, parlando con alcuni giornalisti, tra cui l'ANSA, a margine della conferenza stampa dei genitori di Maya Shem, la ragazza rapita apparsa ieri in video. 

10:35
L'Idf: "Il piano potrebbe non essere l'invasione di Gaza"

 L'esercito israeliano si sta preparando per le prossime tappe nella guerra contro Hamas ma i piani potrebbero essere diversi dall'attesa invasione via terra della Striscia. Lo ha detto il portavoce militare Daniel Hecht. "Ci stiamo preparando - ha spiegato in un briefing con i giornalisti - ma non abbiamo detto quali piani saranno. Tutti parlano dell'offensiva di terra. Potrebbe essere qualcosa di diverso"

08:49
Khamenei: "Processare Israele per crimini di guerra"

I dirigenti israeliani dovrebbero essere processati per i crimini commessi contro i palestinesi a Gaza. Lo ha detto il leader supremo iraniano, l'Ayatollah Ali Khamenei, secondo quanto ha riferito la TV di stato. Lo riporta Haaretz. 

08:45
Mamma ostaggio: "Ora so che è viva"

 "Non sapevo se fosse viva o morta, ora ho la prova che è viva" anche se "spaventata e sofferente. Prego il mondo di riportare la mia bambina a casa, era solo andata a una festa. Non è la sola, questo è un crimine di guerra". Lo afferma in una conferenza stampa Keren Sherf Shem, la mamma di Maya, la ragazza rapita di cui Hamas ha diffuso un video ieri. "Si vede che dice quello che le dicono di dire", aggiunge la madre.

Approfondisci:

Il video di Mia Schem, ostaggio di Hamas. La madre: “Ora so che è viva, prego il mondo di riportarla a casa”

Il video di Mia Schem, ostaggio di Hamas. La madre: “Ora so che è viva, prego il mondo di riportarla a casa”
08:20
Metulla sotto il fuoco Hezbollah: dichiarata zona miliare chiusa

Metulla, cittadina israeliana al confine con il Libano, sotto il fuoco degli Hezbollah, è stata dichiarata zona militare chiusa. Lo riferiscono i media israeliani. 

07:58
L'Idf: "Se Hezbollah faranno grave errore, reagiremo in modo potente"

"Al nostro confine nord siamo in massima allerta. Nella misura in cui gli Hezbollah compiranno un grave errore reagiremo con una potenza molto elevata": lo ha affermato il portavoce militare israeliano Daniel Hagari dopo che nella notte è stata sventata una infiltrazione armata dal sud del Libano e prima dell'attacco odierno alla cittadina di Metulla, nell'alta Galilea. "Lo Stato del Libano deve chiedersi se è disposto a mettere in pericolo il Paese per i terroristi dell'Isis a Gaza. Deve proprio porsi questa domanda". 

07:39
Israele: uccisi 4 terroristi che tentavano di infiltrarsi dal Libano

L'esercito ha fatto sapere "di aver ucciso quattro terroristi che tentavano di infiltrarsi in Israele dal Libano". Secondo il portavoce, i quattro stavano cercando di piazzare un ordigno esplosivo vicino al confine. Come risposta - ha aggiunto il portavoce - l'esercito ha lanciato un attacco aereo nella zona

07:38
Israele bombarda il sud del Libano

L'artiglieria israeliana sta colpendo colline del Sud del Libano a ridosso della Linea Blu di demarcazione tra i due Paesi, nei pressi di Kfar Kila, di fronte alla cittadina israeliana di Metulla, in risposta a un attacco di razzi anti-carro lanciato dal Sud del Libano sul centro abitato di Metulla. 

07:01
Iraq: "L'offensiva di Israele creerà rabbia in tutto il Medio Oriente"

Il premier iracheno Muhammad Sudani, alla guida di un governo composto tra gli altri da ministri espressione di partiti armati filo-iraniani, ha avvertito nelle ultime ore il presidente americano Joe Biden del rischio di una destabilizzazione regionale in caso di prolungamento dell'offensiva militare israeliana sulla Striscia di Gaza. Citato dai media iracheni e regionali, Sudani ha detto a Biden, parlando con lui telefonicamente: "L'aggressione (israeliana) su Gaza se prosegue causerà un'ondata di rabbia popolare in tutta la regione".

06:16
Ripresi lanci di razzi da Gaza su Israele

Dopo 11 ore di pausa, sono ripresi i lanci di razzi da Gaza verso le comunità nel sud di Israele al ridosso della Striscia, dove sono risuonate le sirene d'allarme. Lo riferisce l'esercito israeliano.

05:52
Israele, colpiti oltre 200 obiettivi a Gaza

Le forze armate israeliane hanno annunciato questa mattina di avere lanciato attacchi nelle ultime 24 ore contro più di 200 obiettivi terroristici appartenenti ad Hamas e alla Jihad islamica. "Durante l'ultimo giorno, l'Idf ha attaccato più di 200 infrastrutture militari delle organizzazioni terroristiche di Hamas e della Jihad islamica in tutta la Striscia di Gaza", ha detto il portavoce dell'esercito Daniel Hagari. Nella notte tra lunedì e martedì, gli aerei da guerra israeliani hanno colpito il quartier generale militare di Hamas, una banca utilizzata dal movimento per finanziare le sue operazioni nella Striscia di Gaza e diversi tunnel sotterranei. La marina israeliana ha anche attaccato diversi obiettivi militari di Hamas, compreso il suo quartier generale nel centro di Gaza City e depositi di armi.

05:01
Ultimo raid aereo, sale il bilancio delle vittime

Il bilancio delle vittime degli ultimi raid aerei israeliani nel sud di Gaza è salito a 54 morti, secondo fonti palestinesi citate da Al Jazeera. Almeno 28 delle persone uccise provenivano dal campo di Al
Shawt a Rafah
, rendo noto l'emittente in lingua araba. Tra le vittime ci sarebbero molte donne e bambini.

04:30
Alto generale americano, viaggio senza preavviso in Israele

Il generale americano che supervisiona le forze statunitensi in Medio Oriente è arrivato in Israele senza preavviso, dicendo che sperava di garantire che le sue forze armate avessero ciò di cui hanno bisogno, mentre combattono una guerra sempre più profonda contro il gruppo terroristico palestinese Hamas. Lo riferisce il Jerusalem Post.
Il viaggio del generale dell'esercito Michael Erik Kurilla, capo del comando centrale degli Stati Uniti, è l'ultimo di un alto funzionario americano in Israele ed è arrivato prima del previsto assalto di terra da parte dell'esercito israeliano a Gaza. Ciò avviene un giorno prima della visita del presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, programmata per domani, mercoledì 18 ottobre, nel Paese in guerra.

03:45
Gaza, 600mila persone hanno lasciato la città

Secondo il portavoce dell'esercito israeliano Jonathan Conricus, 600.000 abitanti di Gaza hanno evacuato l'area dopo l’ultimatum lanciato venerdì scorso dalle Forze di difesa israeliane (Idf), ma altre 100.000 persone non hanno ancora lasciato la città. Israele ha avvertito la popolazione di lasciare l'area di Gaza City prima di quelle che ha annunciato come “operazioni militari rafforzate” dei prossimi giorni. Conricus ha affermato che tali manovre inizieranno “quando i tempi saranno adatti all'obiettivo”.